Napoli, Benitez: Squadra concentrata sul Parma, poi penseremo alla Juve

Napoli, 17 dic. (LaPresse) - "Dobbiamo concentrarci sul Parma poi sarà facile trovare la concentrazione in una finale contro la Juve". Lo ha detto Rafa Benitez, allenatore del Napoli, nella conferenza stampa alla vigilia della partita di campionato contro il Parma. "Io credo che questa squadra abbia la capacità di arrivare al terzo posto ma anche di più. Dipende da quello che faremo nella prossima partita ma anche nella seconda fase del campionato", ha aggiunto il tecnico iberico che ha poi lanciato un messaggio all'ambiente: "La capacità di autodistruzione che qualcuno trasmette non fa bene alla squadra, siamo professionisti ma abbiamo bisogno di tutti".

Un Benitez che ha difeso il suo operato fin qui e che è tornato a chiedere pazienza: "Napoli ora lo conoscono in tutto il Mondo. Oggi siamo ad un livello internazionale che non c'era prima, manca qualche risultato ma vediamo con tranquiillità cosa succede alla fine". "Vogliamo vincere partite, giocare bene e arrivare al traguardo. Dobbiamo gestire le situazione - ha detto ancora Benitez - abbiamo parlato abbastanza nei giorni scorsi". Sul ritiro lampo di lunedì scorso, il tecnico iberico ha spiegato: "Abbiamo deciso insieme di lavorare anche lunedì perché abbiamo bisogno di rivedere certi errori, poi mangiare insieme e andare a casa perchè così era più positivo". Un Benitez che ha respinto le critiche dei giorni scorso dopo il ko di Milano: "Non si può distruggere tutto, bisogna andare avanti tutti uniti e pensare alla crescita di questa squadra e del club. Siamo a 2 punti dal terzo posto ma abbiamo perso opportunità in tante partite per un rigore sbagliato, per un errore in difesa o un gol fallito, altrimenti saremmo stati più vicini a Roma e Juve cosa che questa squadra può fare".

"La squadra è più equilibrata ma manca qualcosa. Non possiamo cambiare quanto successo all'inizio - ha detto ancora Benitez - ma devo prendere positivamente la reazione della squadra. Sappiamo che tutto dipende da noi, dare il 100% per essere al livello mostrato contro la Roma. Io non posso cambiare idee ogni settimana, devo trasmettere ai giocatori tranquillità, sappiamo che possiamo sbagliare ma lo sappiamo. Abbiamo fatto tante cose buone ma ci è mancata la continuità, questa non si trova urlando ma lavorando". Quindi Benitez è tornato sulla sconfitta contro il Milan: "Nei primi 20-30 minuiti la squadra ha reagito bene, poi nel secondo tempo abbiamo fatto un altro errore. Mi dispiace, ma non serve urlare". Parlando del rischio diffide in vista della Supercoppa, infine, Benitez ha detto: "Conoscevamo la situazione dei diffidati prima della Supercoppa, abbiamo fatto scelte anche in base a possibili squalifiche".

"Il mio rinnovo condiziona i giocatori? E' la stessa situazione che c'era anche prima della Roma o della Fiorentina. Ho detto no a 2 offerte negli ultimi 15 giorni, la mia unica responsabilità è far crescere questa squadra dando il 100%", ha detto infine Benitez, allenatore del Napoli, nella conferenza stampa alla vigilia della partita di campionato contro il Parma.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata