Napoli, Benitez: Non usciamo ridimensionati, decisivi i nostri errori

Bilbao (Spagna), 27 ago. (LaPresse) - "Nel primo tempo se loro fanno gol è meritato, poi nel secondo abbiamo segnato noi e dovevamo gestire meglio la partita. Abbiamo fatto degli errori che hanno cambiato tutto, loro hanno trovato fiducia e per noi è stato tutto più difficile". Lo ha detto Rafa Benitez dopo l'eliminazione dalla fase a gironi della Champions League. "Sono errori che fanno parte del gioco e basta. Dopo il gol dovevamo gestire la partita con più esperuiezna, ma abbiamo fatto tre errori", ha ribadito il tecnico spagnolo.

"Non è normale, abbiamo lavorato anche se queste cose in settimana, ma abbiamo sbagliato e dobbiamo continuare a lavorare", ha dichiarato ancora Benitez. Il tecnico iberico non crede però ad un Napoli ridimensionato: "Non credo, sapevamo che l'Athletic era una squadra tosta. Sapevamo che poteva essere così, siamo dispiaciuti ma dobbiamo guardare avanti".

Sulla decisione di non far giocare Inler anche oggi, il tecnico azzurro ha spiegato: "Come all'andata, ho preferito Jorginho e Gargano perchè erano ancora più avanti fisicamente". Infine Benitez ha glissato su una possibile clamorosa cessione di Higuain dopo l'eliminazione dalla Champions: "Dobbiamo concentrarci sul campionato, tutti siamo dispiaciuti e non dobbiamo pensare se un giocatore è più o meno contento".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata