Nainggolan ci crede: Roma può ancora vincere lo scudetto. Garcia? Un motivatore

Roma, 19 gen. (LaPresse) - "Se possiamo vincere lo scudetto? Sì, ma solo se rimarremo forti mentalmente e concentrati. Credo fermamente in questo progetto". Radja Nainggolan, centrocampista della Roma, resta ottimista sulla conquista del titolo nonostante la Juventus sia salita a +5 sui giallorossi. "Potevamo vincere la partita contro di loro e purtroppo non è successo", spiega il giocatore belga in un'intervista a 'Marca Plus'. "In teoria, loro sono i favoriti ma noi possiamo dire la nostra. L'ambiente vuole vincere, come noi. I tifosi ci iniettano autostima, ci sostengono, speriamo di regalare loro delle gioie". Nainggolan torna sull'eliminazione dalla Champions League: "In un girone così difficile, siamo riusciti a restare in corsa fino all'ultima giornata. City e Bayern hanno un budget infinitamente superiore al nostro. Noi abbiamo dimostrato di essere forti e che possiamo giocare con le grandi".

In Europa League l'avversario dei capitolini sarà il Feyenoord: "Non ho mai giocato questa competizione, vedo tutto molto aperto, dipenderà tutto da come le squadre affronteranno le partite. La Roma può giocarsela con tutti". Il belga torna poi sulle polemiche legate agli arbitri e i presunti 'aiuti' ai bianconeri: "Non sono che piccoli aiuti, che però vanno sempre nella stessa direzione. Il calcio è difficile per gli arbitri e per i giocatori, però credo che vincerà chi merita". Da Nainggolan parole di elogio per i compagni di squadra De Rossi, "un ragazzo fantastico che ride sempre, lo vedo sereno" e Totti: "E' uno di quei pochi giocatori che possono risolvere da soli le partite". Quanto al tecnico Garcia, "è un grande motivatore, riesce a mantenerci felici e concentrati".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata