Mourinho: Potrei continuare ad allenare il Real Madrid

Madrid (Spagna), 7 mag. (LaPresse) - "Potrei continuare ad allenare il Real Madrid". José Mourinho ancora una volta spiazza tutti e fa intendere di non avere ancora deciso nulla sul suo futuro, nonostante i messaggi di amore lanciati al Chelsea. Alla vigilia della sfida contro il Malaga, il tecnico portoghese chiarisce sul suo tormentato rapporto con Iker Casillas, lasciato in panchina anche dopo il recupero dall'infortunio alla mano: "Con lui non ho nessun problema. Mi piace Diego Lopez, è migliore. E' semplice. Così come Iker può dire che gli piace di più Pellegrini come allenatore. Ma finché ci sarò io, Diego Lopez giocherà sempre". Sulle critiche avanzate da Iniesta: "E' libero di dire quello che pensa, ma dovrebbe preoccuparsi del fatto che senza Messi la squadra è completamente diversa da fare quanto visto nella semifinale di Champions League".

"Non mi sento tradito da nessuno - prosegue il tecnico del Real - gli amici sono per sempre. Dicono che al telefono parlo con i giocatori del Chelsea. Ma io sento anche quelli dell'Anzhi, del Galatasaray, del Bologna, dell'Inter. Con tutti e con nessuno". Mourinho replica poi alle critiche di Pepe, che ha chiesto più rispetto per Casillas. Lo 'Special One' parla in questo caso di frustazione: "Non è facile per un uomo di 31 anni essere sostituiti da uno di 19. Ma è la legge della vita". Il riferimento è al fatto che da settimane Pepe è diventato riserva del giovane Varane. "Chi ha avuto il coraggio di inserire il ragazzino? Io. La vita di Pepe è cambiata, a livello sportivo. Si tratta di una mia decisione. Non ho problemi con lui - spiega Mourinho - capisco che non è una situazione facile".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata