Mourinho: Addio a Real Madrid? Penso solo a gara Champions di domani

Madrid (Spagna), 3 dic. (LaPresse) - "Il mio futuro è quello, domani, di giocare la mia 101esima partita in Champions League". Così José Mourinho, alla vigilia della sfida con l'Ajax, commenta le indiscrezioni sul possibile divorzio con il Real Madrid a fine stagione. Secondo 'Marca, il club e il tecnico stanno concordando il divorzio al termine della stagione. Sia Mourinho che il presidente dei Blancos, Florentino Perez, ritengono che il ciclo dello 'Special One' sulla panchina del Real sia ormai esaurito e che con la situazione attuale il rapporto non possa continuare oltre il 30 giugno.

"Chiedete a Perez, io non ho problemi", taglia corto il portoghese, a proposito del presunto divorzio 'accordato' con il presidente del club madrileno. "Non sono tenuto a dire quello di cui parliamo, chiedete a lui se è contento di me". La stampa parigina parla già di una trattativa avviata con il Paris Saint Germain, atteso domani dalla sfida con il Porto. Anche in questo caso, lo 'Special One' smentisce. "Un mio assistente - spiega - andrà a vederlo giocare domani perché sono due nostre potenziali avversarie per gli ottavi. Questo è l'unico pensiero che ho su Parigi". Sulle voci provenienti dall'Inghilterra su un possibile approdo al Manchester United, Mourinho commenta: "La successione di Ferguson? Passerà tanto tempo, può essere tra due o dieci anni".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata