MotoGp, Rossi: Ultime gare difficili. Mondiale ancora aperto

Motegi (Giappone), 8 ott. (LaPresse) - "E' un campionato davvero duro. E' ancora aperto al 100 per cento, le ultime gare saranno sicuramente difficili, tutto diventa più ravvicinato con tre gare una di seguito all'altra". Così Valentino Rossi alla vigilia delle prove libere del Gran Premio del Giappone, quart'ultimo appuntamento del Mondiale MotoGp. "I prossimi circuiti mi piacciono, a partire da Motegi, dove ho vinto solo due volte ma ho ottenuto buoni risultati", ha spiegato il pilota della Yamaha in conferenza stampa. Il 'Dottore', leader della classifica piloti, dovrà guardarsi ancora una volta dall'assalto del compagno di squadra Lorenzo: "Jorge è molto forte su questa pista, dove ha vinto negli ultimi due anni. Bisognerà dare il massimo e cercare di fare il meglio per arrivare sul podio, fare soprattutto una buona gara come ad Aragon, dove abbiamo fatto una bella battaglia".

"Questo circuito è diverso - ha aggiunto Rossi - è molto particolare, chiede molto all'impianto frenante e al pilota, bisogna gestire la forza quando rallenti. Ci sono molte staccate e frenate. Il grip di solito è molto buono, puoi fare molti angoli in curva, dovremo lavorare bene all'assetto, al setting, alle frenate". "Il problema alla spalla limiterà Lorenzo? Non lo so e non lo sa nemmeno lui, penso", ha spiegato Rossi a proposito dell'infortunio riportato dallo spagnolo in allenamento. "Bisogna aspettare quale sarà suo feeling quando salirà in sella, la spalla è sempre una parte difficile. Magari in sella non dà problemi. Pensiamo a noi e a come fare per essere il più possibile competitivi". "Sarà una battaglia con Jorge? Il nostro stile di guida e il nostro modo di gareggiare è diverso. Quando Jorge è forte dall'inizio, è difficile stargli dietro", ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata