MotoGp, Mugello: pole Pedrosa davanti a Lorenzo, Rossi è settimo

Scarperia (Firenze), 1 giu. (LaPresse) - Dani Pedrosa ha ottenuto la pole position nel Gran Premio d'Italia classe MotoGp sul circuito del Mugello. Lo spagnolo della Honda ha realizzato il miglior tempo nelle qualifiche (1:47.157), precedendo il connazionale della Yamaha Jorge Lorenzo. In prima fila anche Andrea Dovizioso (Ducati), terzo con un distacco di 471 millesimi.

Pedrosa, reduce dai successi a Jerez e Le Mans, ha anche firmato il nuovo record sulla pista del Mugello. Dalla seconda fila partiranno il britannico Cal Crutchlow (Yamaha), autore del quarto tempo (1'47.632) nonostante una caduta, e le Honda del tedesco Stefan Bradl (1'47.737) e dello spagnolo Marc Marquez, sesto con il tempo di 1'47.763. Delusione per Valentino Rossi: il pilota della Yamaha si deve accontentare della settima posizione dopo aver ottenuto il crono di 1'47.872. A fianco di lui scatteranno lo statunitense, suo ex compagno in Ducati, Nicky Hayden (1'48.006) e lo spagnolo Alvaro Bautista (Honda), autore del nono tempo (1'48.355). A completare la top ten la Ducati di Michele Pirro, decimo con 1'48.564: partirà dalla quarta fila.

PEDROSA. "Non mi aspettavo di migliorare il tempo dell'anno scorso, la pista non è al massimo ma siamo andati veloci". Così Dani Pedrosa commenta dopo la pole position ottenuta nelle qualifiche del Gran Premio d'Italia della classe MotoGp, confermando quella conquistata nel 2012. Lo spagnolo della Honda racconta com'è riuscito ad ottenere il miglior tempo: "Avevo tutti dietro di me - spiega ai microfoni di Sportmediaset - ho provato due volte. E' stato difficile tenere le gomme calde e restare concentrato, per fortuna abbiamo fatto un buon tempo".

LORENZO. "Non mi aspettavo di migliorare il tempo dell'anno scorso, la pista non è al massimo ma siamo andati veloci". Così Dani Pedrosa commenta dopo la pole position ottenuta nelle qualifiche del Gran Premio d'Italia della classe MotoGp, confermando quella conquistata nel 2012. Lo spagnolo della Honda racconta com'è riuscito ad ottenere il miglior tempo: "Avevo tutti dietro di me - spiega ai microfoni di Sportmediaset - ho provato due volte. E' stato difficile tenere le gomme calde e restare concentrato, per fortuna abbiamo fatto un buon tempo".

ROSSI. "Se riusciamo a togliere qualche decimo qua e là, siamo competitivi". Valentino Rossi prova a guardare con ottimismo al settimo posto ottenuto nelle qualifiche del Gran Premio d'Italia. "Oggi è andata meglio, sono riuscito a migliorare. Ma gli altri son stati più furbi, sfruttando le scie", spiega il pilota della Yamaha ai microfoni di SportMediaset. "Sono ad un decimo e mezzo dalla prima fila. Il problema - prosegue - è sempre quello, con le gomme fatichiamo di più a fare il giro secco. Speravo nella prima fila, ero vicino alla seconda, purtroppo però sono settimo. Parto da dove scattato in Qatar. La moto va bene, abbiamo un buon passo, la gara è lunga e speriamo di fare bene". "I problemi con il setting? Oggi abbiamo provato con due configurazioni - chiarisce ancora Rossi - con la seconda andavo meglio. Domani sarà importante fare una grande gara per tutti i tifosi del Mugello. Il passo c'è, vediamo se nel warm up riusciamo a fare un passo in avanti e speriamo che il tempo sia bello". "Sfruttare anche io le 'scie'? Il problema è che a me non mi tira nessuno, tentano tutti di attaccarsi. Se riusciamo a togliere qualche decimo qua e là, siamo competitivi". In conclusione, il pilota di Tavullia commenta ancora: "Un risultato come in Qatar mi basterebbe". A Losail il 'Dottore' arrivò secondo, dietro Lorenzo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata