MotoGp, Lorenzo: La gomma non andava proprio. Marquez amaro: Ho sbagliato

Phillip Island (Australia), 19 ott. (LaPresse) - "Una giornata fantastica per la Yamaha, era da tanto che non facevamo primo, secondo e terzo". Così Jorge Lorenzo commenta ai microfoni di Sky Sport il suo secondo posto ottenuto nel Gran Premio d'Australia della MotoGp. "Sono dispiaciuto perchè le mie gomme davanti non andavano. Era successo a Valentino ad Austin, il lato sinistro del pneumatico era distrutto. Man mano che andava avanti la gara peggiorava e alla fine giravo con tempi da Crt. Senza le cadute degli altri sarei finito quinto o sesto. Sono stato fortunato per il risultato, dispiaciuto per la consistenza della gomma che non è stata la migliore", ha aggiunto lo spagnolo della Yamaha. "Era una gara in cui potevamo perdere tanti punti, ma la fortuna ci ha aiutato. In condizioni normali penso possiamo lottare per la vittroria", ha detto ancora Lorenzo. "Come sarebbe andata con una moto migliore ad inizio stagione? Mah, la moto è migliorata molto ma la Honda ha ancora qualcosa in più e dobbiamo lavorare in qualche aspetto".

"La gara stava andando bene, ma alla fine la temperatura è calata tanto e ho iniziato a girare piano perchè la gomma faceva fatica a riscaldarsi. Yamaha aveva la gomma morbida davanti e andava meglio". Così invece Marc Marquez commenta sempre ai microfoni di Sky Sport il suo ritiro. "Siamo caduti tutti sul rettilineo appena si toccava il freno, per il prossimo anno lo sappiamo", ha aggiunto il campione del Mondo. Poi un giudizio sulla Bridgestone, casa produttrice dei pneumatici: "Ma credo abbiano fatto un buon lvoro, il problema qui era il tempo. Sappiamo che fa freddo e per questo ci sono tante cadute perchè si fa fatica a scaldare il pneumatico". "Speriamo l'anno prossimo che cambi la sorte, ma ho fatto un errore. Senza pressione ho provato a guidare con uno stile diverso ma non è andato. Nelle prossime gare speriamo di andare avanti così ma cambiando il finale", ha concluso Marquez.

"Abbiamo fatto il massimo con un po' di fortuna su una pista difficile". Così Andrea Dovizioso, pilota Ducati, commenta ai microfoni di Sky Sport il suo quarto posto. "E' stato un weekend difficile, non ero molto veloce e non riuscivo a sfruttare il potenziale della moto. Alla fine è arrivato un quarto posto positivo pensando a prima della gara", ha aggiunto. "Abbiamo fatto una stagione esagerata, abbiamo corso con la testa e fatto un buon risultato. Tanto di cappello a Valentino Rossi, oggi era difficile e infatti tanti hanno sbagliato. E' stato bravo, Marquez aveva forse un altro ritmo ma bisogna arrivare a fine gara...", ha concluso Dovizioso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata