MotoGp, Assen: Crutchlow in pole, Rossi 4° davanti a Pedrosa. Marquez cade, Lorenzo in gara?

Assen (Olanda), 28 giu. (LaPresse) - Cal Crutchlow ha ottenuto la pole nel Gran Premio di Assen, settimo appuntamento del motomondiale classe MotoGp. Il britannico della Yamaha Tech 3 ha concluso con il tempo di 1:34.398. Jorge Lorenzo, intanto, è tornato ad Assen, dopo essersi sottoposto all'operazione alla clavicola, perfettamente riuscita, a Barcellona. Il pilota spagnolo, rende noto la Yamaha, lascerà la città catalana alle 15 di oggi e atterrerà a Groeningen, per rimanere vicino al suo team nel fine settimana di Assen.

In prima fila anche lo spagnolo Marc Marquez (Honda), staccato di 357 millesimi, e il tedesco Stefan Bradl (Honda), a 480. Scatterà invece dalla seconda fila Valentino Rossi (Yamaha), autore del quarto tempo davanti allo spagnolo Dani Pedrosa (Honda). Rossi ha concluso con 1'34.974 ed è riuscito ad avere la meglio sullo spagnolo, protagonista dfi una caduta e quinto con 1'35.006. Completa la seconda fila il britannico della Yamaha Bradley Smith (1'35.454). A seguire, gli spagnoli Aleix Espargaro (Art) e Alvaro Bautista (Honda), il francese Randy De Puniet (Art) e la Ducati di Hayden.

Chiude la top ten l'italiano Michele Pirro, decimo su Ducati. Per Crutchlow si tratta della prima pole in carriera. Alla sessione di qualifiche non ha preso parte Jorge Lorenzo, operato nella notte alla clavicola sinistra dopo la rovinosa caduta nelle seconde prove libere di ieri sul circuito olandese. Per quello che riguarda gli altri italiani, Andrea Iannone scatterà dalla 13° posizione, più indietro Andrea Dovizioso (Ducati), solo 15°. Per il romagnolo si tratta della peggior posizione in qualifica di sempre da quando corre in MotoGp: prima di oggi si era piazzato 14º a Brno e Misano nel 2008. Dovizioso partirà davanti a Danilo Petrucci (Suter Bmw). Claudio Corti è 20°.

ROSSI -
"E' andata piuttosto bene. Mi spiace, ci sarebbe piaciuto partire dalla prima fila come soddisfazione personale, anche se con 2-3 metri di distanza non cambia tanto". E' il commento di Valentino Rossi al termine delle qualifiche del Gran Premio di Assen, concluse con il quarto tempo. "Avevo il potenziale per farlo, potevo andare due decimi più forte", spiega il pilota della Yamaha ai microfoni di Sportmediaset. "Il tempo di Crutchlow non era alla mia portata, ma il secondo sì". "Mi trovo bene con la moto. Per il seeding servono 2-3 rifiniture, ma sono competitivo e posso andare bene in frenata e spingere forte", aggiunge Rossi che poi ammette: "Avevo il potenziale, ma non sono stato bravo a sfruttarlo". Il 'Dottore si proietta all'impegno di domani: "È la migliore qualifica del'anno, ora speriamo che domani ci sia l'asciutto, oppure, in caso di pioggia, che piova davvero. Spero che non ci siano quelle condizioni di mezzo e mezzo che rendono sempre la gara come una lotteria".


© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata