San Marino, Vinales in pole, scintille Rossi-Marquez
San Marino, Vinales in pole, scintille Rossi-Marquez

Nelle qualifiche a Misano lo spagnolo precede Espargaro. Tensione tra gli eterni rivali che si sfiorano in pista 

Pole position di Maverick Vinales nel Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini. Il pilota spagnolo ha preceduto la KTM di Pol Espargaro di 295 millesimi e la Yamaha Petronas di Fabio Quartararo di 306 millesimi. Scintille nel giro finale tra Valentino Rossi e Marc Marquez, arrivati quasi al contatto. Il 'Dottore' partirà settimo, il leader del mondiale quinto. Sesto Andrea Dovizioso con la Ducati, quarta l'altra Yamaha Petronas di Franco Morbidelli.

 "A quella velocità non si può fare quella curva, non si sa quali fossero le sue intenzioni, ma per me alla fine la cosa più importante è averlo visto in tempo e non esser caduto. Non è la mia lotta, io lotto per il campionato, qualche pilota no. Il mio obiettivo è il campionato", ha detto Marc Marquez ai microfoni di Sky Sport. "Il mio gesto? Non era per chiedere scusa ma per chiedere cosa fosse successo, in qualifica quello stile di sorpasso è un po' strano - ha aggiunto il leader del mondiale - Io sono uscito dai box da solo e mi sono ritrovato dietro di lui, all'ultimo giro abbiamo spinto entrambi, ho toccato la parte verde fuori dal circuito in curva ma non me ne sono accorto, così ho continuato a spingere. Poi alla curva 14 lui è entrato molto forte".

Ma il pesarese lo attacca. "Quando sono andato largo mi ha bloccato per chiudere le ultime possibilità che avevo per il giro", dice Rossi. "E' un grande peccato, speravo di essere nei primi cinque. Avevo il potenziale, il mio passo è buono siamo piuttosto veloci - ha proseguito il 'Dottore', che scatterà dalla settima casella  - Con la seconda gomma ho cercato di spingere forte ma non ero tanto veloce, ero un po' più lento del mio primo tentativo. Io e Marquez dai commissari? Sì, sarà interessante".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata