MotoGp, svelata la Yamaha M1 di Valentino Rossi: "Continuerò solo se sarò competitivo"
MotoGp, svelata la Yamaha M1 di Valentino Rossi: "Continuerò solo se sarò competitivo"

Il Dottore correrà per un altro anno con Maverick Vinales. Anche Jorge Lorenzo alla presentazione a Sepang: sarà collaudatore 

Livrea blu con tanto nero: è stata svelata nel box di Sepang la nuova Yamaha M1 ufficiale che prenderà parte al Mondiale MotoGp 2020. Foto di rito anche per i due piloti ufficiali Valentino Rossi e lo spagnolo Maverick Vinales. Per il campione pesarese stesso casco dello scorso anno. Presente nel box anche Jorge Lorenzo, nuovo collaudatore della casa giapponese. Il maiorchino ha già iniziato a lavorare nello shakedown di Sepang e sarà un supporto prezioso nell'arco della stagione. A seguire ci sarà la presentazione anche della nuova Yamaha del Team Petronas, con l'azzurro Franco Morbidelli e il francese Fabio Quartararo. Attesa ora per i primi test ufficiali, in programma dal 7 al 9 febbraio sempre a Sepang.

Dopo la foto di rituale con tutta la squadra al box, i due piloti hanno tenuto una conferenza stampa alla quale ha preso parte anche il nuovo collaudatore e tre volte campione del mondo in MotoGP con Yamaha, Jorge Lorenzo. Non c’è dubbio, la stagione che è a punto di iniziare sarà carica di emozioni e aspettative per il Monster Energy Yamaha MotoGP che dichiara apertamente che l’obiettivo per questa stagione è riportare il titolo ad Iwata.

"C'è un po' di tristezza, corro con questo team dal 2004 e pensare che è l'ultimo anno fa strano. Ma va bene così, è stata una scelta logica da parte della Yamaha". ha rivelato Valentino Rossi in vista della prossima stagione. "Ma questo è lo sport: l'unica cosa che contano sono i risultati. Un po' me l'aspettavo, ma il mio rapporto con Yamaha va aldilà di questo e mi è piaciuto il fatto che continuano a credere in me", aggiunge il nove volte campione del Mondo.

E' stato difficile prendere la decisione di smettere con il team ufficiale nel 2021, ma allo stesso tempo non voglio continuare se non sono competitivo". ha continuato il Dottore a Sepang dopo la presentazione della M1 per il Mondiale 2020. "Ho chiesto supporto alla Yamaha, hanno risposto positivamente se dovessi decidere di continuare dopo il Mondiale 2020. Il mio primo obiettivo è continuare a correre nel 2021. Quindi, in caso di passaggio alla Petronas, non cambierebbe molto per me", ha aggiunto. Sempre a proposito del possibile passaggio al Team Petronas, Rossi ha chiarito che "non sarà per forza per due stagioni. Deciderò anno per anno".

"La cosa importante è che la Yamaha sia contenta di continuare a lavorare insieme, che abbia ancora fiducia in me. Inoltre, sarà importante per me sapere di avere eventualmente una moto ufficiale e il massimo del supporto anche nel 2021", ha dichiarato ancora  parlando con la stampa a Sepang. Inevitabile parlare di Fabio Quartararo, suo erede nel team ufficiale della Yamaha nel 2021. "La Yamaha ha fatto la scelta giusta, Fabio è stato impressionante nell'ultima stagione. E' giovanissimo ed è molto forte, quindi penso che puntare su di lui sia una decisione corretta. Ha sfiorato diverse volte la prima vittoria, per un rookie non è semplice", ha replicato Rossi. Infine Valentino ha parlato anche del ritorno di Lorenzo in Yamaha come collaudatore: "Lorenzo è perfetto per noi e per la Yamaha. Ho spinto molto con Jarvis e con la Yamaha per poter parlare con Jorge prima del suo arrivo, prenderlo è stata una decisione intelligente. Ci darà una grande mano per migliorare in breve tempo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata