MotoGp, Marquez fa sua la pole anche in Thailandia. Si rivede Rossi

Terzo tempo per Dovizioso. Lorenzo costretto al forfait: "Ho il polso fratturato"

Cambiano le piste, cambiano i continenti ma è sempre Marc Marquez il dominatore indiscusso della MotoGp. Nonostante sia stato costretto a passare dalla Q1, lo spagnolo della Honda fa saltare il banco delle qualifiche thailandesi. Con il tempo di 1.30.088, Marquez ha preceduto la Yamaha di Valentino Rossi di appena 0.011 millesimi. Terzo tempo per Andrea Dovizioso su Ducati, a 0.139. Domenica sarà una battaglia con i tre migliori piloti al mondo a giocarsi la vittoria nella prima gara della MotoGp al Chang International Circuit di Buriram e per la Yamaha potrebbe essere finalmente la rottura della maledizione.

Per l'ineffabile Marquez è la 50esima pole nella classe regina, la 5/a quest'anno. Lo spagnolo vede sempre più avvicinarsi il leggendario australiano Mick Doohan che è a quota 58 pole e Rossi fermo a 55. Per il Dottore quella odierna è 144/a prima fila, la 4/a quest'anno. "Cinquanta pole sono importanti, ma sono più contento di esserlo qui a Buriram. Non me lo aspettavo perché in FP3 avevo avuto problemi. Questo è il rischio di lavorare per la gara, ma abbiamo fatto una Q1 ancora più veloce e mi sentivo forte", ha commentato Marquez. "Oggi siamo come l'Inter degli ultimi tempi, giochiamo bene", ha scherzato invece Valentino Rossi. "Sono molto contento, già ieri abbiamo sofferto meno e abbiamo fatto un bello step. Speriamo domani di essere veloci e di poter lottare per il podio", ha aggiunto.

In casa Ducati le speranza in vista della gara sono riposte tutte in Andrea Dovizioso, che ha dimostrato nel giro secco di poter stare vicino al fenomenale Marquez. "Sono molto contento di come abbiamo lavorato nel weekend, nel primo turno non mi sentivo a mio agio. Passo dopo passo son riuscito a migliorare, siamo veloci, anche se livello di consumo gomme ci sono molti dubbi, fatichiamo con tutte le gomme. Non so cosa dobbiamo aspettarci per i 27 giri", ha commentato il forlivese. Non sarà della partita, invece, Jorge Lorenzo. Lo spagnolo è stato costretto a dare forfait per una frattura al polso rimediata nella brutta caduta nelle libere di ieri. "Non ha senso correre, sono lontano dalla lotta di testa in classifica e ora devo recuperare in vista del Giappone", ha spiegato il prossimo compagno di Marquez alla Honda.

Tra i possibili protagonisti della domenica anche Maverick Viñales, autore del quarto crono con la sua Yamaha davanti a Cal Crutchlow su Honda. A chiudere la seconda fila Andrea Iannone, sesto con la sua Suzuki. L'abruzzese ha fatto però infuriare Dovizioso per aver sfruttato la scia della Ducati un po' troppo apertamente. Ad aprire la terza fila Dani Pedrosa, settimo su Honda. La chiude Danilo Petrucci, ottavo su Ducati, preceduto da Johan Zarco su Yamaha. Franco Morbidelli (EG 0,0 Marc VDS) inizierà invece la sua gara dalla tredicesima posizione.

Nelle due classi inferiori, Italia protagonista: Marco Bezzecchi su KTM (Redox PruestelGP) partirà dalla pole position in Moto3. A sorpresa fuori dai primi dieci il leader del Mondiale, lo spagnolo Jorge Martin (Del Conca Gresini) solo 13°. Lorenzo Baldassarri (Pons HP40) partirà davanti a tutti nella Moto2. Sesto tempo per il leader della classifica Francesco Bagnaia (SKY Racing Team VR46). Appuntamento nella notte italiana per le gare di Moto3 e Moto2, mentre la MotoGp partirà alle ore 9.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata