Morto a 60 anni pugile cubano Teofilo Stevenson, 3 volte oro olimpico

L'Avana (Cuba), 12 giu. (LaPresse/AP) - Teofilo Stevenson, pugile cubano tre volte campione olimpico, è morto ieri all'età di 60 anni. Lo rende noto un funzionario sportivo di Cuba rimasto anonimo, precisando che il campione è stato colpito da un attacco di cuore. Il funzionario non ha voluto farsi identificare perché il governo doveva ancora dare l'annuncio ufficiale. "Il movimento sportivo cubano è stato scosso oggi dalla scomparsa di uno dei più grandi di sempre", è stato invece il comunicato letto più tardi dalla televisione di Stato.

Grazie al suo destro devastante, Stevenson fu in grado di vincere l'oro nei pesi massimi in tre Olimpiadi consecutive, da Monaco 1972 a Mosca 1980, passando per Montreal 1976. Con i suoi successi divenne il secondo pugile dilettante che, ai tempi, fu in grado di vincere tre ori. "I Giochi olimpici di Monaco e Montreal sono i ricordi più dolci della mia vita, il momento migliore della mia carriera", aveva detto ad Associated Press alcuni mesi fa. La sua fama e i suoi successi divennero così importanti che molti giunsero ad auspicare che avvenisse 'lo scontro del secolo' con Muhammad Ali, ma il governo di Cuba ha sempre insistito affinché Stevenson non perdesse il suo status di dilettante, e il combattimento non ebbe mai luogo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata