Morte Astori, Firenze piange il suo capitano
Firenze è sotto schock così come lo è il mondo del calcio dopo la scomparsa improvvisa di Davide Astori, difensore e capitano viola morto per cause naturali nella camera di albergo a Udine dove era in ritiro con la squadra. Centinaia i tifosi riunitisi nel primo pomeriggio allo stadio Franchi, in un'atmosfera surreale di tristezza, lacrime e abbracci. Tanti bambini hanno portato sotto la Fiesole disegni dedicati al campione viola, un solo coro a fare da sottofondo: "Ciao capitano"