Moratti: Ko Milito sberla spaventosa ma non prenderemo nessuno

Milano, 15 feb. (LaPresse) - L'infortunio di Milito oltre ad essere grave da un punto di vista sportivo è un grandissimo dispiacere nei suoi confronti per l'entusiasmo che il giocatore aveva ritrovato e la sua professionalità". Queste le parole rilasciate dal presidente Massimo Moratti, all'ingresso degli uffici Saras e riportate dal portale ufficiale della società nerazzurra. "Ieri è stata una sberla spaventosa - continua il presidente -, il ragazzo ha carattere per tornare ad allenarsi e giocare. Oggi, dopo 12 ore, per tutti noi è un brutto pensare. Non ho ancora parlato con lui. Lo abbiamo lasciato tranquillo per il dolore che sentiva e lo stato d'animo. Tra un po' lo sentirò. Non credo che la squadra adesso possa crollare e credo che questo dia più forza per far bene perché certi infortuni aggregano. Bisogna continuare a pedalare e far bene".

Sull'eventualità a seguito del ko di Diego Milito, di tornare a operare sul mercato, il presidente chiarisce: "A distanza di dodici ore da un infortunio di questo tipo non abbiamo voglia di pensare, ma escludo nella maniera più categorica che ci sia la possibilità di prendere qualcun altro. Gli obiettivo rimangono comunque terzo posto in campionato ed Europa League. Infine una battuta su Mateo Kovacic: "Dà l'idea di essere un giocatore bravo e con tante qualità, ora deve continuare e vedremo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata