Montella punge Inter sui nuovi acquisti: Vorrei capire cos'è fair play finanziario

Firenze, 10 gen. (LaPresse) - Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina, commenta l'arrivo di Podolski e Shaqiri all'Inter riservando una 'frecciata' al club nerazzurro. "L'Inter ha fatto due colpi importanti, è quella che si è rinforzata di più", spiega in conferenza stampa il tecnico dei viola alla vigilia della sfida contro il Palermo. "Poi - aggiunge - il mercato non è ancora finito, vediamo cosa succede. Ma - sottolinea - mi piacerebbe capire di più anche il famoso fair play finanziario, ancora non ho capito bene, sembra che non abbiano le risorse e fanno due colpi così. Tanto di cappello, ma mi piacerebbe un po' di più capire come si fa", aggiunge Montella.

Sulla partita: "Affrontiamo una squadra in salute, che gioca a viso aperto, e questo paradossalmente è un bene per noi. Ma dobbiamo arrivare alla gara con la giusta mentalità e la giusta concentrazione". Il tecnico 'accoglie' il neo acquisto viola, Alessandro Diamanti. "Il giocatore - spiega in conferenza stampa - mi piace, ha la personalità giusta, le caratteristiche che possono fare al caso nostro. Mi piace il suo l'approccio alle partite, è un trascinatore e credo che da questo punto di vista la squadra ne abbia bisogno. Domani contro il Palermo? Non ci sarà, mi auguro di averlo a disposizione con il Chievo".

Andrea Della Valle ha fatto visita alla squadra: "Siamo sempre felici quando arriva il patron, il suo entusiasmo ci contagia e la sua esperienza è preziosa per noi, i suoi suggerimenti sono risorse. In questo momento il tutto può essere ingigantito e ha risonanza, ma è stato uno stare insieme molto sereno come è successo altre volte". Sul momento negativo di Gomez: "Si parla sempre e tanto di lui. Io mi aspetto da lui che non si preoccupi di chiedere scusa ma che si preoccupi di incazzarsi un po' di più", chiarisce Montella che domani presenterà una difesa in emergenza contro il temibile duo Vazquez-Dybala. "Ho in mente due possibilità, dipende da alcune cose che devo valutare, ma abbiamo risorse che mi lasciano tranquilli. Ci troviamo però di fronte due attaccanti atipici che non lasciano punti di riferimento, di livello. E avere una linea difensiva non collaudata ci può creare dei problemi visto il livello dei due attaccanti. Una coppia atipica come era Ljajic-Jovetic negli anni scorsi, e sappiamo quanto sia difficile contrastare giocatori con queste caratteristiche".

"Cosa va e cosa non va nella Fiorentina attuale? Per quanto volume di gioco per quanto riusciamo a mettere sotto gli avversari, con questo modo di approcciare le partite raccogliamo poco e in fase realizzativa dobbiamo fare di più", analizza il tecnico viola. "Anche domenica (contro il Parma, ndr) ci sono state occasioni pericolose per andare in rete e non ci siamo riusciti. Però la squadra ha mostrato continuità di gioco nelle ultime partite". Ancora sul match di domani: "Dobbiamo giocare per vincere, avere questo pensiero, attraverso il nostro modo di giocare. Il nostro furore dovrà essere superiore a quello dell'avversario, non ci sono scuse".

Neto "ieri si è infortunato, sta facendo esami strumentali perché gli è uscita una spalla. Non è una trovata, sta male altrimenti sarebbe venuto in panchina". Così Montella chiarisce sulle condizioni fisiche del portiere, sotto i riflettori per la recente rottura con il club viola. "Non sarà a disposizione credo per un po' di tempo - spiega - ha fatto una parata e gli è uscita la spalla. Sta facendo accertamenti in questi minuti. Sono anche in imbarazzo a dirlo perché sembra inventato, ma è così", aggiunge Montella.



© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata