Montella: Non sono 'lamentino', cerco di colloquiare con arbitri

Cagliari, 1 feb. (LaPresse) - "Ho visto un gioco ostruzionistico da parte dell'avversario, giustamente perché era in vantaggio, già dalla fine del primo tempo, dopo che si era portato avanti". E' lo sfogo di Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina, al termine del match perso in casa del Cagliari. Il tecnico viola chiarisce perché è apparso arrabbiato nei confronti di Mazzoleni: "Non parlo mai degli arbitri e degli episodi, soprattutto. Non sono un 'lamentino', come mi è stato detto dal Signor Mazzoleni a fine partita. Anche se in passato avrei avuto tante motivazioni per poterlo essere", spiega Montella ai microfoni di Sky Sport. "Io cerco di colloquiare con gli arbitri e di cercare di dare il mio contributo per migliorare le cose. Abbiamo perso la partita - analizza il tecnico viola - non certo per gli episodi arbitrali questa sera. Altre volte magari sì, ma non è questo il punto. Ho visto un gioco ostruzionistico da parte dell'avversario, giustamente perché era in vantaggio, già dalla fine del primo tempo, dopo che si era portato in vantaggio". "Questo naturalmente non vuole essere nulla contro il Cagliari che ha fatto la propria partita, però mi aspettavo dalla conduzione che ci fosse un'agevolazione per far correre il gioco con più velocità", puntualizza Montella. Purtroppo il nostro calcio è questo, favoriamo il gioco ostruzionistico e poi vengono danneggiate delle situazioni". "Ripeto, non abbiamo perso la partita per questi episodi, però quando si parla con gli arbitri si cerca di farlo per migliorare le cose", precisa il tecnico. Non sempre si è ascoltati".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata