Montella: Fiorentina viva, Lampard? Mi piacerebbe allenarlo

Firenze, 12 gen. (LaPresse) - "La squadra è viva non c'è stato nessun tipo di contraccolpo. Ho visto un'ottima settimana di lavoro. Sono sicuro della reazione sul campo dei miei ragazzi". Così l'allenatore della Fiorentina, Vincenzo Montella, nella conferenza stampa alla vigilia del match di campionato contro l'Udinese. "In venti anni di calcio non mi era mai successo. Pensavo almeno di pareggiare", dichiara Montella", aggunge sempre in riferimento al ko interno contro il Pescara. Viola che saranno privi di Pizarro. "Schiererò in campo chi sarà pronto mentalmente. Aquilani? Giocatore molto duttile,completo. Pizarro rimane insostituibile come caratteristiche", spiega Montella. Il tecnico viola ritrova il suo grande amico Totò Di Natale. "Mi ha telefonato lui. Con Totò c'è una grande amicizia. Gli piacerebbe lavorare con me, ma non se la sente di lasciare Udine", rivela. Per quanto riguarda l'Udinese "troveremo una squadra in salute. L'Udinese dispone di giocatori di assoluto talento", spiega Montella.

Per quanto riguarda la lotta per un posto in Champions League, Montella invita tutti alla calma: "Può succedere di tutto. Sono curioso di vedere come la mia squadra affronterà il girone di ritorno. Chiudiamo l'andata con 35 punti meritati". Inizia una settimana impegnativa per la Fiorentina, con tre partite in sette giorni. "Sono situazioni che capitano. La squadra sta bene. Penseremo gara dopo gara". Sarà la 100esima di Jovetic in maglia viola. "Fisicamente sta bene. Mi aspetto moltissimo da Stevan", annuncia Montella. Il tecnico viola glissa sul ricorso della Roma riguardo alla sfida di Coppa Italia. "Ogni società deve far valere i propri diretti. Il regolamento è chiaro". Infine una battuta su Frank Lampard: "Non mi dispiacerebbe allenarlo. E' bello sapere del suo interesse per la Fiorentina. Potrebbe far comodo", conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata