Montella: Fiorentina non pensa al Milan, prima c'è il Cagliari

Firenze, 29 mar. (LaPresse) - "Un sostituto per Borja Valero? Vediamo non c'è un giocatore con le sue caratteristiche in squadra. Magari se vogliamo essere più offensivi possiamo sfruttare Mati Fernandez, o la dinamicità di Romulo. Abbiamo anche altre scelte, ma nessuno ha le sue caratteristiche, quindi cambieremo qualcosa a livello di modulo". Così Vincenzo Montella nella conferenza stampa alla vigilia del match contro il Cagliari.

"Lo dico con molta sincerità, ora non penso al Milan. La gara di domani è fondamentale per fare punti. Le scelte saranno basate solo sulla gara di domani. Se qualcuno diffidato tirerà indietro la gamba per non farsi ammonire - ammonisce il tecnico viola - sarà sostituito". Per quanto riguarda la formazione, Montella: "Jovetic e Savic stanno molto bene. Anche Cuadrado è rientrato bene dopo le gare internazionali. Ljajic? E' cresciuto molto, ho letto anche una sua bellissima intervista. Spero che continui con il suo buon momento".

A oggi ancora non si sa se contro i sardi si giocherà a Is Arenas a porte chiuse o addirittura a Trieste. "Giocare a porte chiuse è una partita diversa. Forse più difficile ancora. La vivi in maniera diversa - spiega Montella - forse manca un po' di adrenalina. Magari il Cagliari che è abituato, suo malgrado, a questa soluzione, ha un piccolo vantaggio. A prescindere da questo, mi sarebbe piaciuto giocare con i tifosi, con il pubblico e la Fiorentina lo aveva anche richiesto". Infine sul rientro di Rossi, Montella frena: "Ora conta solo vederlo vicino a noi, con grande voglia di tornare. Un sogno? Vederlo segnare un goal decisivo per il nostro destino a fine campionato ".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata