Mondiali di basket, esordio show per Stati Uniti e Spagna. Francia beffata dal Brasile

Bilbao (Spagna), 31 ago. (LaPresse) - Esordio sul velluto per Stati Uniti e Spagna ai Mondiali di basket, mentre la Francia si fa sorprendere dal temibile Brasile. A Bilbao, gli Usa di coach Mike Krzyzewski hanno letteralmente travolto la malcapitata Finlandia con lo scarto record di 114-54. I finnici sono stati tutto il secondo periodo senza segnare neanche un canestro. Klay Thompson con 18 punti e Anthony Davis con 17 per hanno guidato gli Stati Uniti al facile successo, oggi l'impegno decisamente più probante contro la Turchia nella rivincita della finale dei Mondiali del 2010. Per gli Usa si è trattata della cinquantacinquesima vittoria consecutiva. Tutto facile anche per la Spagna, che spinta dal pubblico di casa, ha travolto l'Iran 90-60. Prestazione mostruosa di Pau Gasol, che ha trascinato gli iberici alla vittoria con 33 punti e 10 rimbalzi, non sono bastati agli iraniani i 18 punti di Kamrani.

La sorpresa della prima giornata è stata la vittoria del Brasile sulla Francia 65-63 con 16 punti e cinque assist di Marcelinho Huertas. Non sono bastati ai transalpini i 15 punti, 6 rimbalzi e 5 assist del fresco campione Nba con San Antonio Boris Diaw. Proprio l'ala degli Spurs si è visto stoppare sulla sirena dal centro dei Cleveland Cavs Anderson Varejao il tiro da tre punti che avrebbe potuto dare il successo alla Francia. Tutto facile per la Serbia che ha travolto l' Egitto 85-64 nella partita inaugurale del torneo a Granada con 15 punti di Teodosic. Grazie invece ai 26 punti di Bojan Bogdanovic dei Brooklyn Nets, la Croazia ha battuto a fatica per 81-78 le Filippine trascinate dai 28 punti e 12 rimbalzi del naturalizzato americano Andray Blatche compagno proprio di Bogdanovic ai Nets.

Esordio agevole a Siviglia per l'Argentina, che ha superato 98-75 l'ostico Porto Rico grazie ai 20 punti e nove rimbalzi dell'ala degli Indiana Pacers Luis Scola e ai 18 punti e 11 rimbalzi dell'ex Nba Andres Nocioni. Sudamericani che sono privi del campione Nba Manuel Ginobili. Facile vittoria anche per la Grecia per 87-64 contro il Senegal con 17 punti di Kaimakoglou. La Turchia ha superato invece la Nuova Zelanda 76-73 e l'Ucraina ha battuto la Repubblica Dominicana 72-62 con 16 punti den naturalizzato americano Pooh Jeter. La guardia dei Phoenix Suns Goran Dragic con 21 punti e 7 rimbalzi ha condotto la Slovenia alla vittoria 90-80 sull' Australia. La Lituania ha superato il Messico 87-74 con 19 punti di Maciulis e 17 di Valanciunas. Da segnalare, infine, il successo dell'Angola sulla Corea del Sud 80-69 in una partita disputata nelle isole Canarie.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata