Mondiali 2014, Robben: Rigore c'era ma nel primo tempo mi sono tuffato

Fortaleza (Brasile), 29 giu. (LaPresse/AP) - "Se non era rigore quello, non so che cosa sia". Arjen Robben si difende dalle accuse di simulazione in merito all'azione che ha portato l'arbitro Proenca a fischiare la massima punizione in favore dell'Olanda, trasformata da Huntelaar, nell'ottavo di finale Mondiale contro il Messico. L'attaccante ha però ammesso di essersi 'tuffato' in precedenza nel tentativo di conquistare un penalty. "Nel primo tempo, e porgo subito le mie scuse, mi sono tuffato. Non dovrei farlo. E' un'azione stupida", ha spiegato Robben all'emittente olandese Nos.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata