Mondiali 2014, Olanda si aggiudica fiera del gol: 3-2 all'Australia

Porto Alegre (Brasile), 18 giu. (LaPresse) - L'Olanda vince ancora al termine di una gara pazza contro l'Australia in cui gli 'orange' prima vanno in vantaggio con Robben, poi i 'canguri' ribaltano il risultato con Cahill e Jedinak dagli undici metri, ma Van Persie prima e Depay poi firmano la rimonta decisiva. Van Gaal conferma lo stesso undici che aveva polverizzato la Spagna all'esordio e dopo 20 minuti la strada per l'Olanda si mette subito in discesa. Robben recupera palla a centrocampo e sgasa dritto fino dentro all'area di rigore dove fulmina Ryan con un preciso diagonale sinistro rasoterra. Neanche il tempo di esultare che Cahill gela l'entusiasmo del tifo olandese giunto allo stadio 'Beira Rio': l'attaccante australiano calcia al volo un cross che impatta sulla traversa prima di insaccarsi alle spalle di Cillesen, per un gol spettacolare, finore forse il più bello del Mondiale. Bresciano poco dopo ha l'opportunità di portare in vantaggio i suoi ma calcia alto di piatto dopo l'ottimo lavoro di Leckie che aveva messo al centro un pallone basso davvero invitante. Nel finale del primo tempo Cahill rimedia un'ammonizione pesantissima: era diffidato e salterà il match conclusivo contro la Spagna. La prima frazione si chiude con l'infortunio di Martins Indi che lascia il posto a Depay per l'assalto olandese del secondo tempo.

Il secondo tempo regala subito una sorpresa: Bozanic crossa e Janmaat intercetta con il braccio: per l'arbitro Proença è rigore. Dagli undici metri si presenta Jedinak che trasforma la massima punizione spiazzando Cillesen. Subito dopo De Vrij salva sul colpo di testa di Cahill. Dal tracollo all'equilibrio: quattro minuti dopo Van Persie ristabilisce la parità. Depay con un filtrante gli spalanca la via del gol e l'attaccante del Manchester non si fa pregare scaricando un sinistro terrificante sotto l'incrocio dei pali. Al 20' Van Persie, già ammonito, commette un brutto fallo su Jedinak ma viene graziato, così come Leckie grazia Cillesen appoggiando di petto un ottimo cross di Oar. L'attaccante del Manchester United, già diffidato, salterà in ogni caso la sfida con il Cile. Anche questo è momento chiave del match. Sul ribaltamento di fronte infatti Depay converge e lascia partire un destro non irresistibile che però Ryan si lascia sfuggire. E' la rete del definitivo 3-2 per l'Olanda, che si invola verso gli ottavi. Già eliminata, invece, l'Australia, punita dopo aver sprecato troppo sotto porta.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata