Mondiali 2014, nuove proteste a San Paolo e Belo Horizonte

San Paolo (Brasile), 23 mag. (LaPresse/AP) - Nuove proteste contro i Mondiali in Brasile. Nelle strade principali di San Paolo, i dimostranti che sostengono i senza casa hanno bloccato il traffico, così come a Belo Horizonte. La scorsa settimana, i manifestanti si erano scontrati con la polizia a San Paolo e in altre città, protestando contro il dispendio di denaro per l'evento sportivo e chiedendo invece il miglioramento dei servizi pubblici. Intanto, secondo un sondaggio pubblicato ieri da Datafolha il 52% dei brasiliani è favorevole alle proteste contro la Coppa del mondo. È un dato minore rispetto a quello dello scorso anno, quando i favorevoli avevano toccato il picco dell'89%. Allora le proteste si concentravano contro l'aumento dei biglietti di pullman e metropolitana, contro la corruzione, gli scarsi servizi pubblici e i miliardi di dollari spesi per ospitare Mondiali 2014 e Olimpiadi 2016. Secondo il sondaggio, il 45% degli intervistati è favorevole alla presenza dei Mondiali in Brasile, mentre il 43% è contrario. Per il 79%, il Paese non è però pronto a ospitare l'evento. Datafolha ha intervistato 819 persone il 20 maggio, primo giorno dello sciopero di 48 ore degli autisti di pullman. Il margine di errore è del 4%.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata