Mondiali 2014, De Rossi verso forfait con Uruguay

Natal (Brasile), 21 giug. (LaPresse) - "De Rossi è altamente improbabile che possa essere della partita contro l'Uruguay". Lo ha detto Enrico Castellacci, medico della Nazionale, in una conferenza stampa a Natal. "La risonanza magnetica ha evidenziato un risentimento al soleo con un edema che molto probabilmente potrebbe impedire al giocatore di essere presente", ha aggiunto il medico azzurro. "Non ci sono stati lesioni muscolari, si tratta di una lesione di primo grado. Servono diversi giorni ma in queste competizioni si cercherà d recuperarlo di partita in partita", ha dichiarato ancora Castellacci. Il medico azzurro ha spiegato che De Rossi "ha sentito un risentimento al polpaccio durante il secondo tempo che si è accentuato alla fine della partita. Lui ha ritenuto di poter continuare, pensando ad un mimimo disturbo, poi però i cambi sono finiti e non è stato possibile sostituirlo". "Sono problemi piccoli che vanno seguiti, non gravi, non ci poniamo mai delle preclusioni sui tempi di recupero. Però posso dire che è altamente improbabile che possa essere della partita, poi se nei prossimi giorni avremo suggerimenti positivi la situazione potrebbe cambiare", ha concluso.

Riguardo gli altri acciaccati, "De Sciglio ha recuperato dal problema muscolare ed è a disposizione del mister", ha sottolineato Castellacci, mentre Buffon " è stato molto bravo, ha reagito molto bene al problema avuto tanto da ritenerlo idoneo. Non ha risentito di particolari disturbi in sede di lesioni, per lui è stato un recupero psicologico molto importante", ha aggiunto il medico azzurro, che in chiusura ha parlato della polemica legata ai controlli antidoping. Ben 7 atleti della Costa Rica sono stati convocati anziché i due 'canonici'. Anomalia non scappata a Diego Armando Maradon. "Non so se ha fatto ironia o volesse parlare seriamente. Ma è stato disattento e non si è ricordato che per Italia-Inghilterra sono stati gli italiani a portare 5 giocatori all'antidoping invece dei due previsti", ha sottolineato Castellacci. "Il problema tra l'altro è della Fifa ma è di facile soluzione, nel senso che c'è il passaporto biologico: per avere i dati di tutti i giocatori i controlli o li fai precedentemente o li fai durante la competizione. All'Italia ne mancavano tre e sono stati chiamati contro l'Inghilterra. A Costa Rica ne mancavano cinque e li hanno chiamati ieri", ha aggiunto il medico azzurro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata