Mondiali 2014, Bento avverte Portogallo: O vinciamo o facciamo valigie

Manaus (Brasile), 22 giu. (LaPresse/AP) - "O vinciamo, o iniziamo a fare le valigie". Paulo Bento, commissario tecnico del Portogallo, avverte la sua nazionale attesa stasera dalla sfida con gli Stati Uniti. Dopo il ko contro la Germania all'esordio i lusitani hanno bisogno di un successo per continuare a sperare nella qualificazione agli ottavi. La buona notizia è che la stella dei portoghesi, Cristiano Ronaldo, dovrebbe essere della partita. L'attaccante del Real Madrid, che nel finale di stagione ha dovuto fare i conti con il problema al ginocchio sinistro e negli ultimi giorni ha indossato un tutore, si è allenato normalmente e dovrebbe essere in campo contro gli americani, da valutare se dall'inizio o a match in corso. "Si allena tutti i giorni con noi, è in grado di giocare. Questo è tutto quello che posso dire", ha spiegato il centrocampista Raul Meireles.

Bento, tuttavia, non intende mettere pressione a CR7. "Non metto sulle spalle di nessuno la responsabilità di risolvere i problemi", ha chiarito il tecnico. "L'unica persona che ha una responsabilità individuale sono io". Per il match con gli Usa, Bento dovrà fare a meno degli infortunati Fabio Coentrao e Hugo Almeida, per i quali il Mondiale è già finito, oltre che di Pepe, squalificato. "Ma l'unica cosa che dobbiamo cambiare è il risultato", ha specificato Meireles. "Non è che dobbiamo cambiare per la sconfitta precedente contro la Germania. Sappiamo tutti quello che dobbiamo fare. Siamo tutti pronti a fare del nostro meglio". La partita si disputerà nel calore e l'umidità all'Arena da Amazonia a Manaus, la più esotica delle 12 sedi dei Mondiali. "Ma non abbiamo scuse, le condizioni saranno difficili per entrambe le squadre", ha avvertito il centrocampista.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata