MLS, Roma contro All Stars il 31 luglio a Kansas City

Roma, 30 mag. (LaPresse) - La MLS annuncia che l'AS Roma sarà l'avversario della MLS All-Stars nell'AT&T MLS All-Star Game. Il match si disputerà mercoledì 31 luglio, allo Sporting Park, in casa dello Sporting Kansas City. Per la decima volta, nella storia di questo evento ideato diciotto anni fa, una squadra di livello internazionale giocherà contro gli MLS All-Stars, che vantano un record di sei vittorie, due sconfitte e un pareggio nella competizione. Oltre ad annoverare i migliori giocatori dell'MLS, l'evento ha ospitato squadre come Manchester United (2010 e 2011), Everton (2009), Chelsea FC (2006 e 2012), Fulham FC (2005), e Chivas de Guadalajara (2003).

"Siamo molto onorati di ospitare l'AS Roma come avversario degli MLS All-Stars qui a Kansas City", ha detto il Commissioner della MLS Don Garber. "Avendo vinto diversi titoli in serie A e nella Coppa Italia, la Roma è uno dei club più popolari e di maggior successo in Italia. Siamo inoltre orgogliosi di ridare il benvenuto al centrocampista della Roma Michael Bradley. Michael ha iniziato la sua carriera a sedici anni nella MLS ed è diventato uno dei giocatori americani di maggior successo di questa generazione".

La Roma è il primo club della serie A che partecipa alla MLS All-Star Game e vanta giocatori come Francesco Totti, Michael Bradley, Daniele De Rossi, Erik Lamela e molti altri che militano nelle rispettive nazionali. Fondato nel 1927, il leggendario club ha conquistato tre scudetti, nove titoli in Coppa Italia e due in Supercoppa Italiana. Il settore giovanile della Roma forma per la serie A più talenti di qualunque altra società italiana. I giallorossi, che in casa giocano allo Stadio Olimpico di Roma, sono l'unico club controllato e gestito da un gruppo americano.

Il gruppo, che fa base a Boston, è guidato da James Pallotta, Chairman del Raptor Group e presidente della AS Roma. "L'All Star-Game della MLS rientra perfettamente nelle iniziative che vogliamo portare avanti negli Stati Uniti, come la partnership con la Disney e la crescita delle academies - ha sottolineato il presidente dell'AS Roma, James Pallotta -. L'MLS ha svolto un grande lavoro per creare un evento di questo calibro, al quale siamo onorati di partecipare". "Non vediamo l'ora di giocare contro i migliori talenti della MLS. L'All-Star Game è una sfida competitiva e rappresenterà una tappa importante della nostra preparazione per la prossima stagione", è l'auspicio del Ceo del club giallorosso, Italo Zanzi. "Siamo inoltre felici che questa gara possa essere anche l'occasione per sottolineare l'importanza di Michael Bradley per la Roma e per gli Stati Uniti".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata