Milan sulla cresta dell'Honda, Cassano riparte da Parma. Juve-Ogbonna: fumata grigia

Torino, 4 lug. (LaPresse) - Antonio Cassano riparte dal Parma, obiettivo tornare in Nazionale in tempo per i Mondiali del 2014. Dopo solo un anno e mezzo Fantantonio lascia l'Inter per lanciarsi in una nuova avventura. Nonostante l'arrivo di Mazzarri, il tecnico che per primo lo ha rilanciato ai tempi della Samp dopo la disastrosa esperienza del Real Madrid, l'attaccante di Bari Vecchia ha capito che all'Inter non c'era più spazio per lui. Per questo dopo settimane di tentennamenti, Cassano ha accettato la proposta del Parma per tornare a lavorare con Roberto Donadoni con cui ha sempre avuto un ottimo rapporto fin dai tempi della Nazionale. Cassano sarà presentato questa sera allo stadio Tardini.

Nell'operazione ai nerazzurri dovrebbe andare l'attaccante algerino Ishak Belfodil. Inter che nel frattempo prova a reinserirsi nella corsa a Radja Nainggolan, il centrocampista belga di origini indonesiane in uscita dal Cagliari. Sul giocatore è forte l'interesse della Roma, ma non è un mistero che se all'Inter dovesse sbarcare il magnate indonesiano Erick Thohir l'affare Nainggolan potrebbe subire una forte accelerazione. Cellino ha rifiutato fin qui la proposta della Roma di 10 milioni per la comproprietà, forte di offerte del giocatore anche dall'estero.

Non solo Inter, ieri è stata anche la giornata del Milan. I rossoneri hanno chiuso con la Sampdoria per la comproprietà di Andrea Poli. Il giovane centrocampista andrà a rinforzare una mediana rossonera sempre più italiana. Per Poli battuta la concorrenza di mezza Serie A, a partire da Juve e Napoli. Allo stesso tempo l'ad Adriano Galliani ha bloccato Keisuke Honda. Il 27enne giapponese è in scadenza a dicembre con il Cska Mosca, può arrivare a parametro zero a gennaio o subito per con un esborso di pochi milioni se il Milan dovesse riuscire a vendere Robinho al Santos. Altro rossonero in partenza è Kevin Prince Boateng, per lui sempre calde le piste che portano alla Premier o alla Ligue 1.

"Honda? Onda su onda...", usa le note di una celebre canzone di Paolo Conte Galliani per sviare alle domande sul possibile arrivo in rossonero del centrocampista giapponese Keisuke Honda. Galliani ha invece ammesso l'accordo imminente con la Sampdoria per Andrea Poli: "Aspettiamo un attimo, vediamo domani (oggi, ndr) di chiudere. Siamo ben avviati". L'ad rossonero è infine tornato sulla riconferma di Stephan El Shaarawy: "E' stato un incontro bello, una comunione di intenti totale e si va avanti assieme felici. Il giocatore è felice". Galliani ha detto che il Faraone "ha ritrovato il sorriso, è molto determinato e molto tifoso del Milan".

Doveva essere ieri il giorno di Angelo Ogbonna alla Juventus e invece l'affare è ancora in stand-bye. Non è bastato un vertice di un paio d'oro tra il dg della Juve Beppe Marotta, il ds Fabio Paratici e i vertici del Torino nella sede della Cairo Communications a Milano. Alla presenza del presidente Urbano Cairo e del ds Gianluca Petrachi, la Juve è tornata alla carica forte del gradimento del giocatore. Presente all'incontro, non a caso, anche il procuratore di Ogbonna Giovanni Branchini. I bianconeri mettono sul piatto una cifra intorno ai 12 milioni da pagarsi in più rate, mentre pare sfumata la possibilità dello scambio con Ciro Immobile. La metà dell'attaccante è di proprietà del Genoa e il presidente Preziosi vuole cederla solo per intero. Juve che lavora anche per Zaza, con Gabbiadini destinato alla Samp.

Proprio il Genoa ieri è stata protagonista con un doppio colpo per festeggiare i dieci anni di presidenza Preziosi. I rossoblu si sono assicurati il terzino destro svincolato dal Real Saragozza Cristian Sapunaru e soprattutto hanno di fatto chiuso con il Catania uno scambio tra Francesco Lodi e il greco Tachtsidis, di ritorno dalla Roma. Tra gli altri affari di giornata, da segnalare il bel colpo del Torino che si è assicurato il giovane Nicola Bellomo dal Bari.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata