Milan: Più misure contro razzismo. Allegri: Stadi italiani poco civili

Milano, 6 gen. (LaPresse) - Con una nota sul suo sito internet, il Milan ribadisce "il proprio più fermo dissenso nei confronti di ogni forma di razzismo, comunque manifestata, e invita gli organi sportivi competenti, nazionali e internazionali, ad adottare e applicare ogni idonea ed efficace misura". Nel frattempo sul suo profilo Twitter, Kevin Prince Boateng solidarizza con l'attaccante del Cagliari Victori Ibarbo per i cori di ieri all'Olimpico durante il match contro la Lazio. "E' triste sentire questi cori razzisti due giorni dopo che noi abbiamo lasciato il campo dopo aver ricevuto simili insulti. Molto triste!!!", scrive l'attaccante rossonero.

"Noi abbiamo deciso di dare un segnale. Chi di dovere deve prendere delle decisioni, mettere delle regole e responsabilizzare chi deve decidere se far proseguire o sospendere la partita. Credo che negli stadi ci voglia più civiltà", ha detto l'allenatore del Milan, Massimiliano Allegri, ai microfoni di Sky Sport a proposito della decisione dei suoi giocatori di lasciare il campo durante l'amichevole contro la Pro Patria in risposta a dei cori razzisti contro Kevin Prince Boateng.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata