Milan, Niang: Mai pensato di andare via, crediamo nell'Europa
Non importa chi segna, la cosa più importante è la vittoria. Nel derby ha segnato Alex che non è l'attaccante, chiunque segna va bene

 "Restare al Milan è stata la scelta giusta? Sì, non ho mai pensato di andare via. La gente pensava che ero già al Leicester per firmare, ma nella mia testa avevo solo il Milan. L'ho detto a Galliani, al mister, a tutti. Il Milan è la squadra con cui volevo fare la stagione". Lo ha detto l'attaccante del Milan, M'Bayeá Niang, a margine di un evento benefico, a Milano. "Domenica con il Genoa?áI medici stanno facendo molto bene. Siamo in tanti, siamo un gruppo di giocatori forti. Se non c'è Niang, non è un problema perché ci sono altri giocatori bravi", ha detto il francese uscito per infortunio nell'ultima partita con l'Udinese. "Juve-Napoli? Stanno facendo un campionato loro. Io tifo per Pogba", ha proseguito.

 

La Champions? Crediamo alla zona Europa, quella contro il Genoa non sarà fondamentale, ma dobbiamo fare comunque bene. Speriamo che la squadra domenica farà di tutto per fare i tre punti", ha detto ancora Niang. "Non importa chi segna - ha aggiunto - la cosa più importante è la vittoria. Nel derby ha segnato Alex che non è l'attaccante, chiunque segna va bene".

 

"Il Genoa? Ho avuto la possibilità di esprimermi al meglio, l'allenatore mi ha aiutato molto. Li ringrazio, ma domenica se giocherò darò tutto per il Milan", ha detto il francese pensando alla sua esperienza nel Grifone, prossimo avversario dei rossoneri in campionato. Ritornando poi alla partita di domenica scorsa con l'Udinese, Niang ha commentato: "Hanno fatto la loro partita, nel primo tempo abbiamo trovato qualche difficoltà e potevamo fare di più. Nella ripresa abbiamo fatto di tutto per vincere".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata