Milan nella tana dell'Anderlecht. Galliani: Allegri stia sereno

Milano, 21 nov. (LaPresse) - Dopo il pareggio in campionato in casa del Napoli, il Milan di Massimiliano Allegri è chiamato a fare risultato anche in Champions League contro l'Anderlecht. Una vittoria obbligata per passare agli ottavi e raggiungere l'obiettivo minimo, traguardo che i rossoneri non ha mai fallito nelle ultime nove edizioni del torneo. Il successo da solo però non basta: è necessario anche che lo Zenit di Luciano Spalletti non vinca contro il Malaga.

La qualificazione dei rossoneri è quindi appesa a un filo. Stasera Allegri si aggrappa alla classe e alla continuità del giovane El Shaarawy, cui dovrebbe affiancare lo spagnolo Bojan Krkić. A meno di sorprese, il tecnico opterà per un tridente offensivo con Boateng in versione centravanti. In caso di sconfitta, Allegri può stare comunque tranquillo.

Adriano Galliani questa mattina ha confermato piena fiducia nel tecnico. “Stia sereno - ha detto l'amministratore delegato rossonero - e metta in campo la formazione migliore”. Pato partirà dalla panchina. Il Papero ha ancora bisogno di tempo per recuperare pienamente degli infortuni, ma stasera potrà essere per Allegri l'arma in più da giocarsi nel corso della gara.

Il dirigente rossonero ha parlato proprio di Pato, invitando tutti ad avere pazienza. "Pato è rimasto fuori molto tempo, ha avuto tanti infortuni e ha bisogno di tornare in forma. Ha 23 anni, è giovanissimo e ha dimostrato già in passato il suo valore. Vi ricordo che è stato determinante per la vittoria dello scudetto del 2011". Galliani ha poi chiuso definitivamente il caso Abbiati. "Per Abbiati - ha detto - oggi alla sua 300ma presenza ufficiale nel Milan, io ho un affetto paterno".

Altro argomento affrontato, il grande momento del Faraone El Shaarawy. "Pensavamo dall'inizio che fosse un buon giocatore - ha detto Galliani - poi ci ha convinto professando la sua fede rossonera". Il dirigente rossonero si è detto fiducioso per un ritorno ai massimi livelli anche di Boateng e Robinho, che "sono giocatori importanti, non scommesse. Sono stati acquistati come campioni o quasi, su di loro il Milan ha fatto grandi investimenti".

Per quanto riguarda il cammino in Champions, Galliani è stato chiaro: "Il Milan è nelle prime otto del ranking europeo e vuole passare il turno". Infine il vicepresidente rossonero ha fatto i complimenti alla Juve per la vittoria sul Chelsea. "Ho visto la partita in tv, hanno giocato con grande ferocia e hanno disputato una grande gara. Davvero complimenti a loro", ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata