Milan, Inzaghi: Siamo contenti ma non abbiamo fatto nulla

Milano, 22 feb. (LaPresse) - "Siamo contenti, ma non abbiamo fatto nulla, bisogna andare avanti e dare continuità ai nostri risultati. Ci tenevo che vincessimo una partita giocando anche un buon calcio perché ai ragazzi tornasse un po' di fiducia". Così il tecnico del Milan Filippo Inzaghi ai microfoni di Sky Sport ha commentato il successo ottenuto sul Cesena. "Secondo me oggi usciamo, oltre che con una vittoria, con la fiducia e questo ci potrà aiutare - ha sottolineato l'allenatore dei rossoneri - E' chiaro, dovremo vincere due, tre partite di fila per rimetterci in pista, però penso che con questa voglia e con giocatori importanti si possa fare". L'ex tecnico della 'Primavera' ha parlato anche di Mattia Destro. "Si allena molto bene, deve probabilmente capire i nostri meccanismi, che li abbiamo anche cambiati, quindi non è facile. Oggi penso si sia dato da fare e potevo anche lasciarlo in campo perché stava facendo una buona partita - ha evidenziato - Però abbiamo anche Pazzini, ho dei cambi che devo cercare di sfruttare durante la gara. Mattia deve restare sereno e segnerà sabato".

In merito al rapporto con Silvio Berlusconi, Inzaghi ha ammesso che "il Presidente non mi ha mai dato stoccatine, anzi, forse è troppo bravo con me, sempre. Da quando abbiamo iniziato il periodo negativo mi chiama tutti i giorni, prima mi chiamava meno - ha rivelato - Per incoraggiarmi, per darmi una mano, il Presidente è molto intelligente e sa che nei momenti buoni si può chiamare un po' meno l'allenatore".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata