Milan, Inzaghi: Sacchi? E' il guru degli allenatori, ma decido di testa mia

Milano, 17 gen. (LaPresse) - "E' la terza volta che lo incontro quest'anno, è sempre un piacere quando viene. Era una visita concordata, è stato bel colloquio, abbiamo purtroppo parlato poco di calcio perché avevo l'allenamento. Il confronto con il guru degli allenatori è sempre un motivo di soddisfazione". Filippo Inzaghi, allenatore del Milan, descrive così l'incontro di ieri con Arrigo Sacchi a Milanello e le voci di un possibile ritorno dell'ex ct della Nazionale in società. "Io mi confronto con tutti. Poi un allenatore deve decidere di testa sua", chiarisce il tecnico rossonero, alla vigilia del match contro l'Atalanta. "Sacchi è un uomo Milan, qualsiasi ruolo gli darà la società è motivo di orgoglio e soddisfazione".

"Sono convinto che questo Milan nel girone di ritorno possa solo migliorare. Ogni partita è importante, veniamo da bella gara di Coppa Italia, giocata con buon piglio", spiega il tecnico in conferenza stampa, con riferimento alla vittoria sul Sassuolo. "Ora abbiamo un'altra partita a San Siro. E' importante per la nostra classifica avere i tre punti, mi piacerebbe rivedere la squadra di martedì, con le qualità che ci hanno contraddistinto fino alla sosta. Però la squadra è in crescita. Abbiamo recuperato dei giocatori nelle migliore condizione, a parte Zapata e De Sciglio che perderemo per due mesi. Riuscire a dare continuità alla formazione è fondamentale per avere equilibrio nei risultati".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata