Milan, Inzaghi punta su Balotelli: Dovrò farlo rendere al massimo. Conte? Spero diventi ct

Milano, 22 lug. (LaPresse) - "Balotelli è un giocatore importante per il Milan. Azzererò e voglio conoscerlo per farlo rendere al meglio. Non posso giudicare prima di non conoscere la persona". Così si è espresso il tecnico del Milan Filippo Inzaghi in conferenza stampa a proposito dell'attaccante rossonero. "Per me Balotelli è un talento, nonchè un giocatore importante per il Milan. Dovrò farlo rendere al massimo - ha aggiunto l'ex allenatore della Primavera - I due centravanti del Milan saranno Balotelli e Pazzini. Hanno caratteristiche simili e diverse allo stesso tempo. Siamo molto tranquilli al riguardo". Sul mercato l'ex attaccante di Juve e Milan non si sbottona. "Cerci è un giocatore del Torino. Abbiamo grandi centravanti in rosa e sicuramente li potremo far giocare insieme - ha sottolineato - La Juventus? Sarà la squadra da battere, nonostante l'addio di Conte. E' un ottimo allenatore, mi auguro possa diventare ct della nazionale italiana". In vista della tournée negli Usa, "giocheremo contro avversari difficili, ma siamo sempre il Milan. Dobbiamo crescere e fare bella figura - ha sottolineato Inzaghi - C'è voglia di fare bene e questo è sicuramente un fattore positivo. Prima di tutto voglio un gruppo forte, questa è la mia priorità. Sono stato molto contento della voglia dei ragazzi di mettere in pratica gli insegnamenti impartiti in allenamento. Stiamo tornando aggressivi. In queste prime partite abbiamo giocato il 4-3-3, ma proveremo altri sistemi in queste gare e mi adatterò in base alle esigenze della squadra", ha spiegato il nuovo allenatore rossonero". Inzaghi non ha voluto parlare di possibili rinforzi. "Sul mercato parla Adriano Galliani. Se arriverà qualche giocatore andrà bene, sennò sopperiremo con altre qualità - ha concluso l'ex allenatore della Primavera - La Società comunque conosce le mie esigenze. Abbiamo degli ottimi giovani e il futuro per il Milan lo vedo molto bene", ha concluso.

Parlando di questa prima fase di preparazione, Inzaghi ha detto di essere "contento del lavoro sinora. Stiamo lavorando bene, i giocatori provano ciò che facciamo in allenamento. Vedo grande professionalità. E' ancora presto per giudicare il lavoro, dobbiamo trovare continuità. Dobbiamo migliorare sempre". Poi ha aggiunto: "La cena con il Presidente Berlusconi, l'amministratore delegato Adriano Galliani e l'amministratore delegato Barbara Berlusconi è stata piacevole. C'è grande voglia di fare bene, c'è grande unione d'intenti - ha sottolineato - i nazionali? Abate e De Sciglio sono rientrati prima del dovuto, Balotelli ha chiesto un preparatore, gli altri sono già in un buon stato di forma e questi sono segnali molto positivi. Voglio un gruppo forte, questa è la mia priorità". Infine, una battuta sul giovane Mastour, che ha impressionato nell'amichevole con il Monza. "Con Mastour dobbiamo essere bravi. Ha grandi qualità, ma è un '98, quindi cerchiamo di stare calmi", ha spiegato Inzaghi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata