Milan, Galliani: Si respira aria nuova, il merito è di Berlusconi

Milano, 10 ott. (LaPresse) - "Stiamo vivendo un momento molto positivo a livello societario e tecnico. C'è una grande coesione e volontà di fare cui ha contribuito molto il presidente Berlusconi con le sue visite settimanali e, aldilà degli 11 punti, lo spirito del Milan di quest'anno è molto diverso da quello dell'anno scorso e spero che le cose vadano meglio della scorsa annata quando sono successi degli episodi che non si erano mai verificati". Lo ha detto l'amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, al termine della riunione straordinaria della Lega Serie A. "Per la prima volta nel secolo non è andato nelle coppe europee, abbiamo fatto 13 volte la Champions e 2 l'Europa League. Per la prima volta abbiamo cambiato tre allenatori in 12 mesi. C'era necessità di una presa di coscienza da parte di tutti e la risposta è arrivata a livello di concentrazione e d'impegno", ha aggiunto il dirigente rossonero secondo quanto riporta il sito del club.

"Non sono un indovino e non so dove arriveremo ma il vento è positivo. Il Milan, come obiettivo, ha quello di arrivare in Champions League. Lo abbiamo centrato 13 volte su 15. Il nostro obiettivo è quello di sempre", ha detto ancora Galliani. "Da un lato siamo felici di avere un super attacco, dall'altro abbiamo preso effettivamente troppi gol ma l'allenatore ha piena consapevolezza di questo ma nell'ultima partita non abbiamo preso gol e questo è un bel segnale. Il gol è l'essenza del calcio". Per Galliani è "meglio una partita con tanti gol che una senza. La regola fondamentale del calcio, da tanti anni, è che vince chi prende meno gol".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata