Milan, El Shaarawy: Allegri come un padre. Io all'Inter? Impossibile

Milano, 18 apr. (LaPresse) - "Spero di rimanere al Milan ancora per tanto tempo e fare la storia di questo club". Lo ha detto Stephan El Shaarawy nel corso di un 'hangout' con i tifosi del Milan sul social network Google+. "Io all'Inter? Impossibile", ha poi aggiunto lapidario. Parlando della sua stagione, il Faraone ha dichiarato: "Sto facendo bene, sto attraversando un buon periodo ma devo ancora imparare tanto. Comunque al Milan è un bellissimo ambiente". Per quanto riguarda gli allenatori più importante della sua ancora giovane carriera, El Shaarawy non ha dubbi: "Allegri è quello che mi ha aiutato. E' come un padre. Ma ce ne sono tanti, anche Donati il primo che ho avuto a Savona".

Parlando ancora di Allegri, il Faraone ribadisce l'ottimo feeling con il tecnico e smentisce le voci di possibili attriti negli ultimi tempi. "Il mio rapporto è stato subito buono con lui, fin dall'anno scorso, per me è stato subito come un padre, ha sempre pensato a me non solo come calciatore, ma anche alla mia formazione", ha dichiarato.

Alla domanda sui sacrifici da fare per diventare bandiera del Milan, El Shaarawy ha risposto così: "C'è sempre bisogno di fare sacrifici, c'è bisogno di applicazione e tanta umiltà, componenti che ho sempre cercato di tirar fuori finora. E' chiaro che per fare la storia del Milan c'è bisogno di tanto altro, tanto impegno. Il Milan è un bell'ambiente, però per stare qui devi dare tutto te stesso, sto attraversando un buon periodo ma devo ancora imparare tantissime cose". Infine tornando a Milan-Napoli, si parla di lui e Insigne. "Ci siamo salutati durante Milan-Napoli, siamo amici, abbiamo giocato insieme nella Nazionale Under 21 e abbiamo chiacchierato un po'", conclude El Shaarawy.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata