Milan, Berlusconi a Milanello. Allegri: Giusto credere nello scudetto

Milano, 29 nov. (LaPresse) - Il presiedente del Milan Silvio Berlusconi è arrivato a Milanello a bordo del suo elicottero Agusta. Il patron rossonero è atterrato alle 13.01. Lo riferisce il sito ufficiale del Milan. Berlusconi è in questo momento a pranzo con la squadra e lo staff tecnico nel centro sportivo. Berlusconi, al termine del pranzo consumato con la squadra, ha convocato tutto il gruppo nella sala del camino di Milanello per salutarlo e dialogare con rosa e staff prima della partenza per Catania. Alle 15.07 il patron rossonero ha lasciato il centro sportivo di Milanello evitando i giornalisti.


"Con Berlusconi abbiamo parlato della squadra, delle partite passate e di quelle che ci saranno. La sua presenza è sempre importante qui a Milanello", ha detto Massimiliano Allegri, nella conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Catania. "Gli piace molto il modulo che stiamo adottando, un 4-3 e poi vediamo..." ha scherzato il tecnico rossonero. "Secondo me stiamo giocando nel modo in cui abbiamo giocato negli ultimi due anni", ha detto ancora Allegri.

"Pato si sta allenando per riprendersi dal contattempo che ha avuto in Belgio. E' un giocatore importante, un patrimonio della società e bisogna aspettarlo con pazienza perchè non va perso", ha detto ancora Allegri che ha parlato anche di un altro giocatore. "Montolivo è cresciuto molto - spiega Allegri - c'era mota diffidenza intorno a lui, ma con calma e professionalità è arrivato a un buon stato forma e rendimento. Credo abbia le qualità per poter essere un punto di riferimento per questa squadra e credo abbia le qualità per migliorare ancora".

"È giusto credere ancora nello scudetto perchè la matematica ancora non ci condanna. Questo vuole dire che la squadra crede ancora nelle proprie potenzialità e nelle possibilità di fare questa rincorsa partita per partita. Poi vedremo a maggio dove saremo", ha detto poi l'allenatore del Milan. "Per noi domani è una partita che vale tanto. Bisogna avere rispetto di tutti ma non temere gli avversari. Dobbiamo giocare con attenzione e grande cattiveria. Dobbiamo fare bene sotto l'aspetto tecnico - spiega il tecnico rossonero - abbiamo 25 giorni da qui a Natale, con quattro partite di campionato, una in Coppa Italia dove dobbiamo passare il turno e una di Champions da vincere per chiudere nel migliore dei modi il girone. E' un mese che dobbiamo restare concentrati".

Il Milan ha svolto questa mattina la rifinitura in vista dell'anticipo di campionato di domani sera contro il Catania. La squadra ha iniziato a lavorare sul campo centrale alle 11.30, sotto lo sguardo vigile di Massimiliano Allegri. Il gruppo ha svolto una serie di esercizi dedicati al riscaldamento, a secco prima di dedicarsi a esercitazioni incentrate sulla velocità, rapidità e agilità, eseguite con attenzione dall'intera squadra.

Prima della parte finale, dedicata alle palle inattive, Allegri ha fatto disputare una partitella su campo ridotto, con due squadre suddivise dalle pettorine di color arancio e la classica divisa da allenamento rossonera. Massimo Ambrosini era presente con il gruppo e ha svolto tutta la seduta. Christian Abbiati ha effettuato lavoro a parte. Nel primo pomeriggio la squadra lascerà Milanello dopo aver pranzato con il presidente Berlusconi, per recarsi all'aeroporto di Milano Malpensa.

Al termine della seduta, Massimiliano Allegri ha diramato la lista dei 21 convocati per la gara di Catania: Amelia, Gabriel, Narduzzo, Acerbi, De Sciglio, Mexes, Zapata, Ambrosini, Boateng, Constant, De Jong, Emanuelson, Flamini, Montolivo, Nocerino, Strasser, Bojan, El Shaarawy, Niang, Pazzini, Robinho.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata