Milan, Barbara Berlusconi: Balotelli non insostituibile. Inzaghi ha mentalità vincente

Genova, 22 giu. (LaPresse) - "Balotelli è un grande giocatore ma per il mio modo di pensare non credo agli insostituibili, vedremo cosa accadrà". L'amministratore delegato del Milan Barbara Berlusconi si è espressa così a proposito dell'attaccante rossonero impegnato in Brasile per il Mondiale. "Casa Milan ha suscitato molto entusiasmo in mio padre, gli ha fatto tornare una gran voglia di vedere il Milan vincente e anche per questo di impegnarsi nella campagna acquisti - ha assicurato Barbara Berlusconi a bordo di MSC Splendida prima della partenza della 4' edizione della Crociera Rossonera - Iturbe? Sono questioni tecniche alle quali lavorano mio padre e il signor Galliani. Il Milan è un club molto solido, siamo posizionati molto bene con il fatturato e guardiamo in maniera serena alle prossime stagioni". Una battuta anche sull'ex tecnico del Milan Clarence Seedorf. "E arrivato in una stagione particolare, ha fatto bene perchè c'è stato un grande recupero e gli auguro di far bene anche nelle prossime squadre che allenerà - ha rivelato l'ad rossonera - Io sono solo all'inizio per quanto riguarda le mie aree. Siamo all'anno uno. Per la parte sportiva sono sicura che il signor Galliani farà un lavoro eccezionale per riportarci in Europa. Che giocatore chiedo a mio padre? Lo Stadio. Spero che per la stagione 2019-2020 il Milan possa aprire l'annata in un nuovo stadio", ha concluso Barbara Berlusconi.

L'amministratore delegato ha dato poi il benvenuto al nuovo allenatore Pippo Inzaghi. "Ha una mentalità vincente e l'abbiamo scelto per questo. Speriamo possa contagiare con il suo entusiasmo tutti i nostri tifosi - ha evidenziato - Kakà è un giocatore straordinario e speriamo che possa prendere le sue decisioni con serenità", ha aggiunto Barbara Berlusconi, in merito al futuro dell'ex trequartista del Real Madrid, che potrebbe tornare in Brasile. "Saremmo felici se volesse rimanere - ha concluso - lo saremmo anche per lui nel caso in cui decidesse di proseguire altrove".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata