Milan, Allegri: Non penso al Barcellona, contro Genoa Balo in panchina

Milano, 7 mar. (LaPresse) - "Non pensiamo già al Barcellona. Domani manderò in campo la formazione migliore, non ci sarà turnover". Così Massimiliano Allegri nel corso della conferenza stampa alla vigilia del match di campionato contro il Genoa. "Non sarà facile giocare contro una squadra in buona condizione fisica e che cercherà di fare punti per mettersi a riparo da pericoli e per la permanenza in Serie A", ha aggiunto il tecnico rossonero.

Parlando ancora degli avversari, Allegri spiega: "Kucka è un ottimo giocatore, in avanti hanno Borriello e Immobile. Dietro sono forti fisicamente, domani bisognerà giocare bene tecnicamente, avere pazienza e sapersi difendere nei momenti in cui avranno la forza sospinti dal pubblico per schiacciarci nella nostra area. E' una partita difficile ma da affrontare con serenità".

"Balotelli è stato otto giorni fuori, ieri si è riaggregato e ha fatto tutto l'allenamento con la squadra. Non credo partirà titolare". Così Allegri a proposito di Balotelli recuperato. "Pazzini sta bene, Niang può fare il centravanti, Robinho e Bojan sono rientrati. Ho un'ampia scelta. Balotelli non ha i 90 minuti nelle gambe e partirà dalla pancbina", ha aggiunto il tecnico rossonero.

Guardando alla sfida contro la squadra di Ballardini, Allegri avverte i suoi: "Dobbiamo essere consapevoli che i tre punti di domani, come da qui alla fine del campionato, sono importantissimi per cercare di difendere questo terzo posto. La cosa che mi piace in questa squadra, ora che stanno tutti bene, è che se decido di cambierne 3 o 4 i sostituti saranno in grado di non abbassare il livello tecnico. Anche perchè da qui alla fine ci sarà bisogno di tutti e quindi devono essere tutti in buone condizioni".

Questo l'elenco dei convocati per il Genoa: Abbiati, Amelia, Gabriel, Abate, De Sciglio, Constant, Mexes, Yepes, Zaccardo, Zapata, Ambrosini, Boateng, Flamini, Montolivo, Muntari, Nocerino, Traorè, Balotelli, Bojan, El Shaarawy, Niang, Pazzini, Robinho.



© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata