Mihajlovic chiarisce: Su Eto'o caso chiuso, può dare molto alla Sampdoria

Genova, 7 feb. (LaPresse) - "Caso chiuso, chiarito. Il ragazzo si è scusato e posso assicurarvi che quando segnerà il suo primo gol con la Samp io sarò più contento di lui". Il tecnico della Sampdoria Sinisa Mihajlovic è tornato a parlare di Samuel Eto'o, dopo la vicenda legata all'allenamento saltato nella giornata di lunedì dal camerunense senza preavviso. "Quando il ragazzo sarà pronto per giocare lo vedrete in campo. Voglio che sia alla pari degli altri per giocare, non penso di fare uno sgarbo alla sua straordinaria carriera, ma solo di essere rispettoso verso i suoi compagni. Eto'o può darci molto, come ho già detto - ha proseguito in conferenza stampa alla vigilia della gara di campionato con il Sassuolo - Non ha mai causato problemi nelle squadre in cui è stato, anzi ha sempre avuto ottimi rapporti col gruppo. E qui è uguale. Nello spogliatoio si comporta benissimo, è sempre solare e sorridente".

Il tecnico serbo ha poi parlato dell'avversario di domani. "Considerare il Sassuolo una squadra piccola è sbagliato. Domani non avranno il tridente titolare, ma anche chi giocherà ha dei valori importanti - ha evidenziato -Floccari, Floro Flores e Lazarevic o chi scenderà in campo là davanti sono ottimi attaccanti. Noi però giochiamo in casa, per cui dobbiamo cercare di vincere. Tre punti obbligatori? Per forza si deve solo morire, non chiedo mai ai miei ragazzi di vincere per forza, al contrario voglio che loro facciano il massimo, affrontando il loro lavoro con serietà". Mihajlovic si è soffermato poi nuovamente sulla pesante sconfitta di Torino. "La colpa della sconfitta è mia, dei miei giocatori e del caos settimanale che si era venuto a creare - ha ammesso - A questo proposito ho scelto di fare allenamenti doppi: non per mostrare i muscoli, quanto per stare insieme e fare gruppo, recuperando armonia ed equilibrio". L'assenza per squalifica di Silvestre costringe l'allenatore blucerchiato a schierare da subito il nuovo acquisto Munoz. "Domani giocherà, abbiamo cercato in questi giorni di fargli capire come giochiamo noi e i nostri movimenti - ha concluso - Siamo soddisfatti del suo arrivo, come del mercato più in generale, dato che quelli che ho chiesto, come Acquah e Muriel, sono stati presi, insieme ad altri rinforzi", ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata