Michel Platini si ritira da corsa alla presidenza Fifa
L'ex campione francese decide di lasciare la competizione per divenire capo della federazione

Michel Platini ha formalmente annunciato il ritiro della propria candidatura alla presidenza della Fifa. "Non mi presenterò, ritiro la mia candidatura - ha dichiarato al quotidiano francese 'L'Equipe' - Non posso, non ho né il tempo né i mezzi per andare dagli elettori, incontrare le persone e lottare con gli altri candidati". Il numero uno dell'Uefa è stato squalificato il 21 dicembre scorso dal Comitato Etico della Fifa per otto anni per un pagamento ricevuto nel 2011 da Sepp Blatter, anch'egli sospeso otto anni, poco prima delle elezioni presidenziali. "Ritirandomi, faccio la scelta di dedicarmi alla mia difesa contro un dossier in cui non si fa menzione di corruzione, di falsificazione, dove non c'è nulla", ha aggiunto l'ex stella della Juventus. 

 

I bookmaker, riferisce Agipronews, hanno aggiornato le quote sul prossimo presidente della Fifa, con Ali Bin Al Hussein - il principe giordano che sfidò Blatter alle ultime elezioni è tallonato dallo sceicco Salman Bin Ibrahim Al Khalifa, alla guida della confederazione calcistica asiatica e ora a 3 volte la scommessa. Stabile la quota per il segretario generale della Uefa Gianni Infantino, la cui elezione si gioca a 7,50.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata