Mercato Milan, dopo la Champions parte l'assalto a Matri e Honda

Milano, 29 ago. (LaPresse) - "L'allenatore chiede una prima punta perché non sapremo quando recupereremo Pazzini". Adriano Galliani è stato chiaro su quale sarà l'obiettivo del Milan per questa ultima settimana di calciomercato. Guadagnato l'accesso alla fase a gironi della Champions League e la trentina di milioni di euro minimo che questa garantisce, per l'ad rossonero è giunto il momento di fare sul serio per mettere a disposizione di Max Allegri un organico adeguato alle ambizioni del club. Il primo obiettivo è Alessandro Matri, l'attaccante messo sul mercato dalla Juventus è un pupillo del tecnico che lo ha lanciato a Cagliari e in più è legato al Milan per essere cresciuto nelle giovanili rossonere.

Una trattativa che cova sotto traccia da diverse settimane, di fatto da quando il Napoli si è chiamato fuori virando sul colombiano Zapata. La Juve valuta Matri intorno ai 15 milioni di euro, Galliani conta di poter chiudere intorno ai 10-12 milioni più vari bonus. Al 'no' esibito ieri dai tifosi per il possibile arrivo dell'attaccante juventino, Galliani replica: "Ho grande simpatia per la Curva, ma non è uno striscione che può indirizzare il mercato. Sia l'allenatore sia la società vogliono una prima punta, non un centrocampista o un difensore". Possibile oggi un primo contatto tre le due società in occasione del sorteggio dei gironi di Champions League a Monte Carlo.

Ma l'arrivo di Matri potrebbe non essere il solo, visto che quasi certamente si proverà a fare un ultimo tentativo per portare Honda in Italia in anticipo. Il giocatore giapponese ha già un accordo per gennaio, quando andrà in scadenza con il Cska Mosca, ma a questo punto Galliani conta di avere i fondi necessari a presentare un'offerta adeguata per strappare il si della dirigenza russa. D'altronde, fallito l'assalto a Ljajic, Allegri chiede un giocatore da poter schierare sulla trequarti con caratteristiche diverse da quelle di Boateng. Sempre Galliani, infine, ieri ha chiuso a possibili movimenti in entrata a centrocampo e in difesa come richiesto dai tifosi. La possibilità di arrivare a Davide Astori, circolata nei giorni scorsi, sembra essere tramontata anche alla luce delle parole del presidente del Cagliari Massimo Cellino che ieri tramite un comunicato sul sito del club ha di fatto dichiarato chiuso il mercato rossoblu in entrata e in uscita.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata