Mazzarri: Inter ha sbagliato occasioni quasi impossibili

Milano, 23 mar. (LaPresse) - "Bastava marcare Bonaventura, magari non avremmo perso però al di là del punto non si può pensare di iniziare il secondo tempo, creare tre o quattro palle gol e non segnare". Così il tecnico dell'Inter Walter Mazzarri ai microfoni di Sky Sport ha commentato la sconfitta subita in casa con l'Atalanta. "Chi ha fatto calcio poi sa che può succedere di tutto, l'Atalanta è una squadra che non ha nulla da perdere, gioca tranquilla e qualcosa può creare, ma se sbagli questi gol è inutile parlare - ha aggiunto l'ex tecnico del Napoli - Come spesso ci è capitato abbiamo sbagliato occasioni quasi impossibili, ma io guardo la prova in generale della squadra. Il 2-1? Chi doveva marcare non lo ha fatto, era un centrocampista", ha rivelato Mazzarri che tuttavia non ha voluto specificare il nome.

L'allenatore nerazzurro ha poi analizzato ancora nel dettaglio la sfida. "Eravamo straripanti, arrivavamo dalle fasce, dall'interno, lì devi fare due gol - ha sottolineato - Loro avrebbero cominciato magari a perdere fiducia e noi avremmo potuto gestire la partite, ma se non segni è un problema". Sulla posizione di Hernanes, Mazzarri ha evidenziato che "se lo metto basso poi mi manca alto, è lui che ha il tiro, può fare un'invenzione, la palla gol alla fine l'ha messa lui - ha evidenziato - Icardi? E' un ragazzo che cresce, normale faccia qualcosa un po' da ragazzo (la maglia con dedica a Wanda Nara, ndr), ma è un ottimo giocatore e davanti alla porta è piuttosto cinico. A volte può fare m eglio nella sponda e nelle giocate, però è anche rientrato da un lungo periodo di inattività", ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata