Mazzarri: Inter deve vincere sempre e poi vediamo che succede. Presenza Thohir importante

Milano, 22 feb. (LaPresse) - "Noi dobbiamo fare più punti possibili, poi vedremo cosa faranno quelli che sono davanti a noi. Il campionato è ancora lungo e ci sono tanti punti in palio. Noi vogliamo continuare a vincere, a partire da domani". Lo ha detto Walter Mazzarri nel corso della conferenza stampa alla vigilia del match di campionato contro il Cagliari. Parlando delle condizioni di Hernanes, il tecnico nerazzurro non si sbilancia: "Dopo ogni partita si affatica e non può allenarsi regolarmente. Devo capire come sta e voglio vedere se dopo ogni partita deve recuparare. Devo pensarci su un impiego o meno".

La vittoria contro la Fiorentina sembra aver portato un nuovo entusiasmo nell'ambiente. "Sono abbastanza coerente sul campo. Sono contento degli ultimi risultati positivi - spiega Mazzarri - sopratutto per Firenze, su un campo difficile con un bel gioco. Vorrei che si migliorasse ancora, sempre con la stessa fame e mentalità vincente". Sulla presenza a Milano del presidente Thohir: "E' importantissimo per noi quando c'è. Tutte le componenti sono unite, anche per i tifosi è una cosa positiva. L'entusiasmo parte sempre dai risultati, da lì parte tutto".

Sulla rincorsa in campionato, Mazzarri prosegue: "Ci sono 42 punti, tanti ancora a disposizione. Come ho sempre detto, la partita più importante è la prossima. A Firenze hanno vinto in pochi, noi abbiamo dimostrato di essere forti ma anche con tutte le altre. Questo è un modo per dire che dobbiamo guardare il più avanti possibile. Noi dobbiamo avere questa mentalità vincente. Anche quelli che arriveranno devono pensarla così". Sulle possibilità di arrivare al terzo posto: "Mi sembra di aver già detto tutto. Dipende anche dagli altri, noi pensiamo a noi stessi".

Sull'importante ritorno di Samuel per dare sicurezza alla difesa. "Walter ha dato tanto, lui incarna il tipo di giocatore che vorrei vedere da tutte le parti. Lui va oltre tutto - spiega - per prevalere mette sempre qualcosa in più e vorrei che tutti prendessero esempio da lui. Il suo rientro ha fatto solo bene e spero che continui così. Sulla vittoria dico che non vedo l'ora di domani e spero di vincere. E' abbastanza scontato dire che abbiamo tanta voglia di vincere".

Sull'ormai quasi certo arrivo di Vidic l'anno prossimo, Mazzarri non si sbilancia: "Io voglio parlare di quelli che ho. Vidic non è ancora certo, da giugno in poi ne parleremo. Ora ogni discorso in tal senso mi sembra dispersivo. Finiamo al meglio e poi vedremo". Poi si torna sulla vittoria di Firenze, possibile punto di svolta per la stagione nerazzurra. "Vorrei che lo fosse, non vedo l'ora di scendere di nuovo in campo. Io cerco la cattiveria agonistica attraverso se possibile la prestazione convincente. Se entriamo in campo in questo modo il destino è nelle nostre mani", conclude Mazzarri.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata