Mazzarri carica Napoli: In campionato può ancora succedere di tutto

Napoli, 19 gen. (LaPresse) - "Può succedere tutto da qui alla fine. Ma se noi continuiamo a fare ciò che abbiamo sempre fatto giocheremo partita per partita e poi tireremo le somme", così l'allenatore del Napoli Walter Mazzarri commenta il 'balzo' in classifica dei campani che dopo la riassegnazione dei punti decisa dalla corte di giustizia federale sono ora secondi in classifica. "E' chiaro che per stare a certi livelli bisogna crescere e migliorare", spiega il tecnico alla vigilia della trasferta di Firenze. "Non dobbiamo accontentarci mai e sapere che per arrivare in alto ci vuole la mentalità vincente. Adesso - prosegue Mazzarri - avremo due trasferte e se dovessimo proseguire così anche nelle gare esterne sarebbe il migior rendimento assoluto da quando sono arrivato".

"La Fiorentina in casa è fortissima, voglio vedere la crescita del Napoli". Mazzarri chiede conferme alla sua squadra impegnata domani nella difficile trasferta sul campo dei viola. "Giocare al Franchi - spiega il tecnico - è molto difficile. La Fiorentina in casa ha fatto più punti della Juventus e questo dimostra che hanno un grande rendimento. Sono curioso di capire come affronteremo la gara, ma sono molto fiducioso".

All'andata, ricorda Mazzarri, "la Fiorentina ci ha messo in difficoltà per un tempo e sappiamo che abbiamo di fronte una squadra di valore. Ma sappiamo anche che se noi giochiamo al nostro ritmo possiamo segnare contro chiunque". I viola, continua il tecnico, "hanno uomini di altissima qualità in rosa, nel palleggio possono incartarti e sanno saltare l'uomo in molti elementi. Questo la dice lunga sulla loro qualità. Da parte nostra - sottolinea Mazzarri - abbiamo rinforzato l'organico con due nuovi acquisti e vogliamo consolidare il nostro potenziale. Se manteniamo il passo delle ultime partite possiamo arrivare lontano".

"Sì, siamo stati felici perchè sono due ragazzi strardinari. Li abbiamo applauditi e festeggiati". Mazzarri commenta così l'assoluzione decisa dalla corte di giustizia federale per Paolo Cannavaro e Gianluca Grava, squalificati per sei mesi nel primo grado del processo calcioscommesse. "Adesso concentriamoci per il match",

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata