Mazzarri avverte il Napoli: Contro il Genoa gara trappola

Napoli, 6 apr. (LaPresse) - "Con il Genoa è una partita trappola come con il Bologna, non bisogna sbagliarla pensando a quella dopo". Così Walter Mazzarri nella conferenza stampa alla vigilia del match di campionato contro il Genoa al San Paolo. L'allenatore del Napoli avverte i suoi: "Guardando l'organico del Genoa è difficile credere sia in quella posizione di classifica, inoltre ho visto delle partite in cui ha fatto molto bene. In attacco ha gente come Borriello, Immobile, il giovane Bertolacci. In difesa e a centrocampo anche hanno buoni giocatori, come Portanova che ci ha fatto gol con il Bologna". Su una possibile riproposizione di Dzemaili da titolare, il tecnico azzurro replica: "Dzemaili è bravo ad inserirsi, ha tiro da fuori, poi di volta in volta posso cambiare certi meccanismi".

Per Mazzarri le prossime due partite saranno probabilmente decisive per la corsa al secondo posto che vuol dire Champions League diretta: "Se dovessimo centrare le prossime due partite, direi che poi sarebbe difficile per tutti toglierci da questa poltrona. Se dovessimo sbagliare saremmo comunque nella posizione di poter rimediare perchè ci sono ancora tante partite". A Mazzarri viene chiesto un commento sulle dichiarazioni di Ballardini, artefice dello spostamento di Cavani come centravanti: "Cavani da quando è al Napoli non aveva mai fatto così tanti gol. È importante il modo in cui gioca la squadra, non il fatto che giochi al centro. È la squadra tutta che fa emergere un campione, aldilà delle capacità personali". Per quanto riguarda la difesa azzurra, Mazzarri recupera una pedina importante: "I gol presi nelle ultime 2 partite causati da singoli episodi più che da meccanismi difensivi, Campagnaro sta bene ed è pronto". Capitolo rigori, dopo l'errore di Hamsik a Torino. "In ogni partita ho sempre 2 rigoristi designati, chi se la sente lo tira", spiega Mazzarri.

A Mazzarri viene chiesto un commento alle continue esternazioni del presidente Aurelio De Laurentiis su Twitter. "Napoli giovane, forte e tosto? L'importante è che sia forte, più forte è e meglio è. Poi giovane o vecchio conta meno, l'importante è che sia forte". Poi una battuta: " Io comunque Twitter l'abolirei". Domani è un creocevia importante verso la Champions, visto che c'è anche Fiorentina-Milan. "Non m'interessa cosa faranno Fiorentina e Milan, chiedo solo ai tifosi di starci vicino domenica sera". Infine Mazzarri si associa ad alcune dichiarazioni di ieri di Antonio Conte: "Sono d'accordo con lui. L'obiettivo deve essere sempre arrivare in Champions league, è importante per la crescita. Noi siamo secondi con un discreto vantaggio sulle quarte e il nostro destino lo possiamo decidere noi. Il secondo posto è ambitissimo dal Milan, che tutti dicono arriverà secondi, per noi questo è un grandissimo stimolo. Se dovessimo vincere sempre nessuno ci può togliere il secondo posto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata