Mazzarri: A Napoli 4 anni stupendi, domani serve grande Inter. De Laurentiis? Lo saluterò

Milano, 25 apr. (LaPresse) - "Io sono sempre concentrato sulla partita e non avrei problemi a salutare De Laurentiis, ho fatto quattro anni fantastici a Napoli. Sono stato apprezzato e ho fatto bene, magari a volte uno non viene capito ma non si possono cancellare quattro anni stupendi". Lo ha detto Walter Mazzarri nel corso della conferenza stampa alla vigilia del match di campionato contro il Napoli. "Sarà una gara difficile, loro sono un'ottima squadra e lo dice la classifica. Dobbiamo cercare di fare una grande gara e alla fine tireremo le somme", aggiunge il tecnico nerazzurro.

Sui motivi per cui è mancata la tripletta di vittorie in campionato, Mazzarri spiega: "Non sono mai portato a guardare le statistiche, può succedere di tutto e penso a guardare i miei uomini, come stanno e poi valuto sempre le prestazioni. E' un anno in cui bisogna sempre correggere qualcosa, dobbiamo migliorare nei 90' e quest'anno dobbiamo stare attenti perché è un anno particolare. Dobbiamo migliorare nell'attenzione fino alla fine del campionato". Capitolo formazione: "Il risultato condiziona tutti i giudizi, c'è ancora un allenamento e chi gioca bene si guadagna la conferma e ho sempre portato avanti questo concetto. Andreolli sta bene e si è allenato bene, tre difensori sani ci sono".

Quindi Mazzarri ribadisce: "L'obiettivo è ora fare più punti possibili, per fare un salto di qualità e programmare al meglio la prossima stagione. A tutti piace vincere, arrivare più in alto possibile, ma visto come è andato il nostro campionato con risultati strani e negativi voglio andarci cauto. Domani è un altro esame importante per le considerazioni sul futuro, voglio vedere anche l'atteggiamento di alcuni giocatori contro le big". Infine sulle parole di Thohir che continua a difenderlo, Mazzarri conclude: "Mi piace di più quando mi parla personalmente, ma essendo il numero uno del club deve rendere conto ai media. Io davo per scontato quello che pensa".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata