Martino: Orgoglioso di essere a Barcellona, in bocca al lupo Tito

Barcellona (Spagna), 26 lug. (LaPresse) - "Sono molto felice e sono grato alla dirigenza che ha pensato a me. E' un grande orgoglio essere qui a vivere questa esperienza, in un club con questa storia. Purtroppo la condizione che ha portato al mio arrivo si sa, e ne approfitto per fare a Tito un in bocca al lupo". Queste le prime parole di Gerardo Martino nella conferenza di presentazione come nuovo allenatore del Barcellona. Il tecnico argentino, che ha firmato con il club catalano un biennale, arriva in sostituzione di Vilanova, costretto alle dimissioni per motivi di salute. "C'è felicità ma c'è anche un'ansia e una preoccupazione ovvia nel far sì che il Barcellona continui a raggiungere i suoi obiettivi importanti", confessa Martino. "Il modello Barcellona non si tocca? Cercherò di coordinare esigenze della società e dei giocatori - spiega ancora - confermando il modo in cui si è lavorato. In questa esperienza però voglio portare - sottolinea - anche quanto di personale potrò".

"Siamo entrambi di Rosario e proveniamo dal Newell's Old Boys, ma non ci conosciamo". Sono le parole di Gerardo Martino in merito all'indiscrezione secondo cui, sulla scelta del Barcellona di assumerlo come nuovo allenatore, sia stata decisiva la 'sponsorizzazione' di Leo Messi. "E' una sfida molto difficile", così il 'Tata' descrive la nuova esperienza sulla panchina dei blaugrana spiegando di voler contribuire "a fare vincere questo gruppo. Sarebbe un fallimento se non conquisteremo nessun titolo". A Martino viene poi chiesto se la sua scarsa fama in Europa non rappresenti un problema: "Lo prendo come una cosa naturale", chiarisce l'argentino. "Se avessi lavorato in Europa, sarei più conosciuto, ma avendo lavorato in Sud America questo è normale".

A proposito della compatibilità in attacco tra Messi e il neo acquisto Neymar, Martino spiega: "Se non riuscissero a giocare insieme, questo sarebbe una colpa del tecnico, non certo dei giocatori". Ancora sulla 'Pulce': "Messi giocherà nella stessa posizione di prima. Dovrebbe trovare la stessa comodità che ha avuto finora", mette in chiaro il neo allenatore del Barcellona, al quale viene chiesto dei possibili nuovi acquisti. Tra gli obiettivi di Martino ci sarebbe il difensore Santiago Vergini, con lui al Newells: "E' un ottimo giocatore, ma prima devo vedere la rosa per capire se abbiamo necessità di rinforzi". In quanto al modulo, Martino sembra intenzionato a confermare il 4-3-3 che ai blaugrana ha regalato tanti successi negli ultimi anni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata