Marquez: Le Mans è una pista particolare, difficile fare previsioni
"L'asfalto è nuovo e lo scopriremo venerdì mattina, l'aderenza dovrebbe essere migliore e questo è positivo per noi piloti"

"Le Mans è una pista particolare e diversa dagli altri circuiti del campionato. E' una pista corta e stretta, l'opposto del Montmelò per fare un esempio, ma è comunque piacevole". Marc Marquez, secondo nell'ultimo appuntamento del motomondiale in Spagna, ha presentato così il Gran Premio di Francia. "L'asfalto è nuovo e lo scopriremo venerdì mattina, l'aderenza dovrebbe essere migliore e questo è positivo per noi piloti ma anche per i tifosi - ha aggiunto il pilota della Honda Hrc - Dobbiamo aspettare e vedere come va, quest'anno è ancora più difficile fare previsioni. Dobbiamo continuare come fatto nelle ultime gare, lavorando sodo, con la giusta mentalità, perché siamo di nuovo vicini in campionato".

Ottimista in vista della gara francese anche Dani Pedrosa, vincitore a Jerez nell'ultimo Gran Premio. "Dopo un grande weekend ci presentiamo a Le Mans con uno stato d'animo positivo - ha raccontato lo spagnolo - Il Gran Premio di Francia è sempre impegnativo, a partire dal tempo, di solito abbastanza variabile, che non permette di trovare ritmo nelle sessioni di prova o di pianificare come migliorare in gara. La pista di per sé è molto corta e le differenze più piccole nei tempi sul giro possono fare una grande differenza in termini di classifica. Speriamo che la moto vada bene sul nuovo asfalto. Stiamo lavorando bene, cercheremo di mantenere lo stesso livello anche qui", ha concluso Pedrosa.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata