Maran: Juve più forte, ma contro Catania due volte fortunata

Catania, 11 mar. (LaPresse) - "La Juventus è la più forte. Ha tante qualità, compresa la continuità di rendimento e di risultati. Con il Catania è stata fortunata due volte, sia all'andata che a Torino, però non faccio polemiche". Parole di Rolando Maran, che così commenta la sconfitta di ieri sul campo dei bianconeri. "Quanti rimpianti restano per le partite contro Juve e Inter? Stiamo facendo un grosso campionato e il nostro scudetto l'abbiamo già vinto con la salvezza ottenuta con larghissimo anticipo", spiega il tecnico degli etnei ai microfoni di Radio Onda Libera. "Ma il rammarico per queste due partite c'è. Ci siamo visti sfilare via in entrambi i casi il risultato, meritavamo di più".

Maran parla anche dell'obiettivo Europa League: "Giochiamo al meglio delle nostro possibilità e lo facciamo senza timori. La classifica - dice - ci permette di sognare e credo che dobbiamo provarci". Riguardo la corsa al secondo posto, Maran vede il Milan favorito: "Con la Juve - spiega Maran - quella di Allegri è la squadra più in forma. Ha fatto risultati straordinari dopo una partenza non facile. Il Napoli attraversa un momento particolare: gli alti e bassi fanno parte di un campionato e a volte basta un episodio a fare da spartiacque". Maran è ottimista anche sulla qualificazione del Milan ai quarti di Champions. "La qualificazione è aperta - spiega a Radio Onda Libera - perchè sappiamo la forza e la capacità del Barcellona di tirar fuori in qualunque momento la prestazione perfetta. Il vantaggio è buono. Se ripeterà la partita di San Siro, con la stessa attenzione, penso che possa mettere a frutto il vantaggio dell'andata". Capitolo futuro: Maran viene accostato alla panchina del Napoli. "Fa sempre piacere, però - precisa il tecnico degli etnei - io penso soltanto al Catania. E ringrazio per la possibilità che mi sta dando di allenare in Serie A".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata