Maradona litiga con tifosi avversari per difendere fidanzata

Dubai (Emirati Arabi Uniti), 30 mar. (LaPresse/AP) - Nuovo capitolo delle avventure di Diego Armando Maradona a Dubai. L'allenatore dell'Al Wasl è infatti quasi venuto alle mani con i tifosi dell' Al Shabab durante la partita persa dalla sua squadra per 2-0 nel campionato degli Emirati Arabi. L'ex ct dell'Argentina è stato trattenuto dal personale di sicurezza mentre cercava di scagliarsi contro i tifosi avversari, arrabbiato per le ripetute minacce e insulti diretti da questi ultimi verso mogli e fidanzate dei suoi calciatori e alla sua attuale compagna Veronica.

Maradona ha definito "codardi" i sostenitori dell'Al Shabab. Mogli e fidanzate dei calciatori dell'Al Wasl sono state poi scortate dalla polizia fuori dallo stadio. Secondo quanto riferiscono i media locali non ci sarebbero feriti. Da quando ha firmato un biennale con l'Al Wasl, Maradona è stato coinvolto in diversi episodi non sempre edificanti. Ha litigato con gli allenatori avversari, ha colpito involontariamente un tifoso con un calcio alla mano e ha visto il suo portiere squalificato per 17 partite dopo aver preso a schiaffi un allenatore avversario.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata